Araceae

zantedeschia

Zantedeschia

zantedeschia

Zantedeschia

Pianta fiorita da interni con caratteristici fiori ad imbuto, perenne, di facile coltivazione. Possiede grossi tuberi oblunghi, tronchi alla base, con grossa gemma terminale. Le foglie sono lucide, verde scuro, basali e possiedono piccioli grossi, lunghi, carnosi, inguainanti alla base. Le infiorescenze sono solitarie, a spadice , gialle, circondate da una grande brattea o spata bianco-crema su lunghi peduncoli carnosi, rubusti, eretti. Ci sono coltivazioni a fiore più o meno grande, anche profumato. Se coltivata in luogo umido, all'ombra, può produrre fiori da recidere e raggiungere il metro di altezza; se coltivata in vaso raggiunge i 40 - 80 cm. Si tratta di una pianta vigorosa, che esige terreno ben concimato e umido, vegeta ottimamente anche in acqua tiepida stagnante poco profonda. Viene coltivata come pianta da serra per la produzione del fiore, in vaso, in cassoni o in piena terra. Sono classificate nove specie di piante perenni, rizomatose, semirustiche conosciute normalmente come Calle. Al genere appartengono circa 140 specie di arbusti o piccoli alberi a foglie caduche.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

luce intensa

fiorita: estate-autunno

erbacea

Temperato caldo

Perenne

media

Sud africa

esposizione


Deve essere esposta in zone di luce intensa se vive in casa, in esterni è bene scegliere una zona alla mezz'ombra

fioritura


Fiorisce da giugno a settembre , il fiore è molto profumato e di colore bianco

letteratura


Il nome Zantedeschia è un tributo al fisico e botanico italiano Francesco Zantedeschi, vissuto tra il 1773 e il 1846. Infatti prima dell'800 era chiamata Richardia. Il nome comune più frequentemente usato è calla(dal greco kalos, bello). Questa pianta è conosciuta anche con ilnome comune di Calla.

storia


Venne introdotta in Europa per la prima volta nel 1731. In epoca vittoriana, la "bibbia del linguaggio muto dei fiori" di Miss Corruthers elesse la calla come simbolo di raffinatezza e di nobiltà

concimazione


Durante lo sviluppo vegetativo concimare ogni due settimane

segnalazioni


irrigazione


Deve essere annaffiata abbondantemente solo nel periodo di fioritura dopo bisogna ridurre

potatura


Eliminare le parti secche o danneggiate e i fiori appassiti

malattie


Puo' essere soggetto a ragnetto rosso, marciume basale

particolarità


Questa pianta non è molto facile da coltivare Dopo la fioritura sospendere la concimazione e diminuire le annaffiature per favorire l'entrata in riposo della pianta

temperatura


Il clima più adatto alla coltivazione di questa pianta non è ne troppo caldo ne troppo freddo

rinvaso


Quando si deve rinvasare bisogna farlo a fine estate inizio autunno

substrato


Utilizzare terriccio standar più della sabbia Predilige terreni umidi e fertili

clima


Temperato caldo

durata


Perenne

origine


Sud africa
exacum
Exacum
felce
Dryopteris filix-max; D.bullata; Polypodium vulgare.
Ananas
Ananas
caladio
caladium bicolor
ficus benjamina
Ficus benjamina
croton
Codiaeum
Areca
Areca catechu
Clivia miniata
Clivia miniata
filodendro pertusum
Philodendron pertusum
nephrolepis
Nephrolepis obliterata