Tiliacee

Tiglio

Tiglio

Tiglio

Tiglio

Albero che può raggiungere un' altezza di 30 metri con tronco dritto e slanciato e rami robusti. La chioma assume una forma tondeggiante, ovale o colonnare, la sua ampiezza raggiunge i 10 o 20 metri. Le foglie sono ampie e cuoriformi con margine seghettato, di color verde scuro e lucide sulla pagina superiore. I fiori sono di colore bianco giallastro, molto melliferi. La corteccia è grigio scuro e presenta numerose venature.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera-estate

albero

Temperato freddo

Perenne

grande

Europa

esposizione


Può essere esposto sia in posizione di pino sole che in penombra

fioritura


Fiorisce indicativamente da maggio a giugno, i fiori rilasciano un aroma dolciastro e piuttosto intenso

arte


dal libro che si trova tra cortecica e il legno, si ricavano: carta, stuoie, montature di corone e ghirlande.

medicina


la pianta ha molte virtù medicinali. Dalle foglie si ricavano prodotti con proprietà sedative quasi inotiche. In infuso o decotto si usa per la cura di malattie dell'apparato digerente.

letteratura


Un mito greco racocnta che la ninfa filira, figlia di Oceano, partorì un bimbo mezzo umano e mezzo cavallo, per la vergogna chiese al padre di essere tramutata in un albero che quindi porta il suo nome. Un'altra leggenda narra che sulla tomba di santa Caterinam da Siena, spuntarono germogli di Tiglio a simbolo della sua innocenza.

storia


pianta imponente alla cui ombra gli anziani del villaggio si riunivano in consiglio. Il nome botanico deriva dal greco ptilon che significa penna leggera, ala, per la caratteristica brattea laterale e dei peduncoli dell'infiorescenza. Questa pianta ha sempre evocato il simbolo della longevità e della femminilità, per i Greci infatti, era sacra ad Afrodite. E' anche il simbolo dell'amore coniugale, inoltre, sopratutto nel XVII secolo, un viale di Tigli annunciava la presenza di un castello o palazzo, perchè il tiglio era considerato l'ideale protettore di una casata. Era considerato un albero magico presso le popolazioni europee e per le antiche civiltà germaniche e sembra che sotto le sue fronde fossero effettuati riti propiziatori per scacciare gli spiriti maligni.

segnalazioni


concimazione


utilizzare dello stallatico maturo per arricchire il terreno

irrigazione


Non è molto esigenze, annaffiare solo in periodi di siccità

potatura


Eliminare le parti secche o danneggiate.

malattie


Non è soggetto a malattie o parassiti particolari

particolarità


E' una pianta molto longeva e può raggiungere i 250 anni di età. I fiori hanno propietà medicamentose Non ha particolari esigenze

temperatura


Sopporta bene sia le alte che le basse temperature

substrato


Predilige terreni calcarei

propagazione


Avviene per seme, in marzo. Quando le paintine sono maneggiabili si trapiantano in vivaio e si coltivano per 4 anni circa prima della messa a dimora definitiva.

clima


Temperato freddo

durata


Perenne

origine


Europa
platano
Platanus occidentalis
acero argenteo
acer saccharinum
Bagolaro
Celtis australis
abete rosso
Picea abies
Albero di Giuda
Cercis siliquastrum
Ciliegio da frutto
Prunus avium
corbezzolo
Arbutus unedo L.
passiflora
Passiflora caerulea
cornus
cornus
timo
Thymus capitatus