Salicaceae

pioppo nero

Pioppo Nero

pioppo nero

Pioppo Nero

Albero alto oltre 30 metri che può superare anche il metro di diametro, ha foglie romboidali finemente dentellate, e verdi su entrambe le facce. I frutti sono piccole capsule contenenti molti semi lanuginosi. La corteccia è grigio chiara e si scurisce con il passare del tempo

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

Penombra

fiorita: primavera

albero

Temperato

Perenne

grande

Europa, Asia

esposizione


Deve essere esposto in zone soleggiate.

fioritura


I fiori sbocciano in marzo aprile, può avere fiori femminili o maschili che non sono mai presenti entrambi nella stessa pianta.

arte


Dai tronchi si ricava la cellulosa, con la quale si produce la carta. Il suo legno non è molto resistente, infatti, lo si usa per fare piccoli oggetti, sopratutto fiammiferi ed in Olanda per la fabbricazione degli zoccoli.

medicina


Nella medicina popolare il legno polverizzato era sfruttato come rimedio per i disturbi intestinali. La corteccia, la sua resina e le gemme sono tuttora utilizzati in fitoterapia.

letteratura


Secondo la mitologia Greca, ogni pioppo aveva un'animo di donna. Infatti, l'argentea scorza ed i rami sottili celavano le sembianze delle figlie del sole. Le divine fanciulle avevano un fratello di nome Fetonte, che venne fulminato da Zeus per aver rubato il carro per farsi un giro. Le sorelle iniziarono un pianto sconsolato ed insistente, così il padre le trasformò in Pioppi per non sentirle più . In realtà le fanciulle continuarono a gemere ad ogni fremito di vento ed a piangere lacrime d'ambra per l'eternità

segnalazioni


storia


I romani chiamavano il Pioppo "Populus", perchè il perpetuo stormire delle sue fronde è simile al brusio della folla.

viaggio


Nella pianura padana, per la gente che vive vicino al grande fiume è l'albero per eccellenza. Infatti, quando dicono l'albero si riferiscono sempre al pioppo che cresce in lunghe file solenni e rompe la monotonia del paesaggio. Il nome di piazza del popolo ricorda un tempo in cui i Pioppi vi crescevano rigogliosi.

concimazione


volendo è possibile arricchire il terreno d'impianto con dello stallatico ben maturo

irrigazione


Annaffiare solo in caso di periodi siccitosi,altrimenti è sufficente l'acqua piovana

potatura


Eliminare i rami secchi o danneggiati

malattie


Non è soggetto a particolari malattie o afidi. La crisomela può rodere le foglie deformandole è se colpisce esemplari giovani può provocarne la morte. La larva del punteruolo del pioppo, scavando gallerie nei rami provoca l'essicamento delle piante più deboli.

particolarità


I fiori spuntano prima delle foglie, e, inoltre ha propietà astringenti, depurative, antiinfiammatorie, balsamiche Non necessita di cure partivolari

temperatura


Sopporta bene sia le alte che le basse temperature

substrato


Predilige terreni alluvionali freschi e profondi

propagazione


Avviene per seme oppure per talee prelevate da rami di un anno e da piantare in autunno. In febbraio o anche in ottobre si possono staccare dei polloni da mettere subito a dimora definitiva.

clima


Temperato

durata


Perenne

origine


Europa, Asia
pioppo bianco
Pioppo bianco
salice piangente
Salix Babilonica
Ontano
Alnus glutinosa
ippocastano
Aesculus hippocastanum L.
Ciliegio da frutto
Prunus avium
abete bianco
Abies alba
Albero di Giuda
Cercis siliquastrum
cedro del libano
Cedrus libani
Carpino
Carpinus betulus
abete rosso
Picea abies