Rosaceae, sottofamiglia Prunoideae

Ciliegio da frutto

Prunus avium

Ciliegio da frutto

Prunus avium

Piccolo albero dal portamento eretto e dalla chioma ovata, di colore verde vivo. Il tronco è eretto, presto ramificato e con corteccia rosso-brunastra e con caratteristiche fessurazioni orizzontali. Questa pianta può essere alta anche 15-20 m con chioma che può raggiungere gli 8-10 m.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera

albero

Clima temperato. Patisce i ritorni di freddo primaverili

Perenne

grande

Asia

esposizione


In pieno sole

fioritura


Fioritura molto ornamentale con fiori bianchi riuniti in ombrelle di 6-10 elementi. Fioriscono in marzo-aprile, prima o assieme alle giovani foglie

arte


Con le moderne tecniche di coltivazione è possibile avere questi frutto durante tutto l'arco dell'anno, le cosidette tardizie .

medicina


Le sue proprietà sono diuretiche, depurative e drenanti, per cui viene utilizzato nella cura della oliguria o ritenzione idrica. Si utilizzano i peduncoli.

letteratura


Comunemente detto ciliegio dolce. In greco Kerasos, il Ciliegio ha suscitato simbolismi opposti ed era anticamente considerata una pianta in grado di far guarire dalle malattie.

segnalazioni


storia


Considerato nell'antichità un albero ingrado di guarire le malatite. Il fiore è diventato il simbolo di una virtù, la buona creanza ossia della cortesia. In Giappone lo è anche della grazia, dell'integrità morale e della modestia. In Cina ha ispirato il simbolo della bellezza femminile.

concimazione


Prediligere concimi organici quali stallatico o letame. Evitare concimazioni nei periodi siccitosi

irrigazione


L'irrigazione è assente ma bisogna assicurarsi della presenza di drenaggio necessario per l'eliminazione del ristagno

potatura


Eliminare le parti secche ed eseguire leggeri tagli di ritorno, non sopporta le potature per via della forte emissione di resina

malattie


Specie soggetta all'attacco di afidi, cocciniglie e anche ad infezioni crittogamiche producenti gommosi e moniliosi (queste ultime spesso in seguito a drastiche potature).

particolarità


Il problema più grave del ciliegio è la pioggia che porta a spaccature del frutto oltre ad essere vettore di Monilia. Oltre a ciò una siccità prolungata danneggia la formazione dei fiori

temperatura


Il Prunus avium richiede climi temperati perchè può essere danneggiato sia dal freddi invernali che dalla brinate tardive; le temperature critiche sono -2,8°C per i bottoni fiorali e -2,2°C per l'allegagione

substrato


Terreni a medio impasto

propagazione


Il portainnesto più usato dai vivaisti è il franco, che da un notevole sviluppo alla pianta ed entra in produzioni dopo 6-8 anni. Il franco preferisce terreni sciolti, molto profondi e drenanti.

clima


Clima temperato. Patisce i ritorni di freddo primaverili

durata


Perenne

origine


Asia
alloro
laurus nobilis
magnolia
Magnolia
salice piangente
Salix Babilonica
Ciliegio ornamentale
Prunus cerasus
primula
Primula malacoides
Tiglio
Tiglio
pioppo bianco
Pioppo bianco
limone
Citrus acida
abete rosso
Picea abies
pesco
prunus persica