Araceae

dracunculus vulgaris

Dracunculus vulgaris

dracunculus vulgaris

Dracunculus vulgaris

Pianta tuberosa, perenne, abbastanza robusta, adatta per giardino roccioso, coltivabile in esterno o in vaso. Nasce a Marzo da un bulbo sotterraneo; produce all'inizio delle punte leopardate che spaccano il terreno, poi crea un fiore, di grandi dimensioni. Questo particolarissimo fiore è formato da una spettacolare spata violacea che contiene i veri piccoli fiori, un pò come avviene nelle calle. Queste infiorescenze così belle e particolari possiedono la particolarità di emettere un puzzo fortemente nauseabondo e molto intenso, di carne putrefatta, con lo scopo di attirare insetti, soprattutto mosche e mosconi. Le prede vanno a finire nella camera intappolatrice di insetti.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

Penombra

fiorita: primavera

eretta

Temperato caldo

Perenne

media

Europa

esposizione


E' meglio esporre in luogo soleggiato, se in vaso scegliere zone molto luminose

fioritura


Inizia a fiorire verso fine aprile-maggio

storia


E' chiamata volgarmente "pianta del drago".

concimazione


Non viene richiesto nessun tipo di concime particolare, concimare una volta all'anno all'inizio del periodo vegetativo seguendo le indicazioni del produttore.

irrigazione


Mantenere il terreno sempre leggermente asciutto senza eccessi o ristagni d'acqua

potatura


E' sufficiente eliminare le parti danneggiate

segnalazioni


malattie


Si possono formare alcuni tipi di funghi dovuti ad eccesso di umidità del terreno

particolarità


Evitare assolutamente i ristagni d'acqua Non sono richieste cure particolari

temperatura


Pianta resistente alle alte temperature. In inverno sopporta per brevi periodo temperature vicino allo 0

rinvaso


Quando necessario, in primavera

substrato


Normale Si adatta bene a qualsiasi tipo di terreno

propagazione


Separare i tuberi in autunno o in primavera, ripiantarli in autunno. Sarebbe opportuno suddividere i tuberi ogni 4-5 anni circa

clima


Temperato caldo

durata


Perenne

origine


Europa
Areca
Areca catechu