Ebenaceae

kaki

Diospyros kaki

kaki

Diospyros kaki

pianta ornamentale e da frutto, si presenta con una larga chioma tondeggainte e compatta, composta da grandi foglie verde brillante. I pomi, eduli e succosi, maturano in ottobre e permangono anche dopo la caduta delle foglie donandole un nuovo aspetto molto gradevole.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera-estate

albero

caldo e temperato

perenne

piccola

Cina e Giappone

esposizione


soleggiata o a mezz'ombra.

fioritura


fiorisce in maggio giugno, i fiori sono biancastri poco appariscenti

letteratura


Dios significa dio, mentre pyros significa frumento, a sottolineare l'importanza di questo frutto nell'alimentazione. Il Diospiro è considerato: "albero dalle sette virtù" :la prima è la lunga vita, la seconda la grande ombra che offre, la terza è la mancanza di nidi, la quarta è la mancanza di tarli, la quinta è la possibilità di giocare con le foglie indurite dal gelo, la sesta il sapore, la settima virtù e data dal bel fuoco che riesce a creare e dalle sostanze concimanti per il terreno che può produrre. Il Cardarelli paragona i suoi frutti a rossi soli vegetali, mentre Giuseppe Verdi, uno tra i primi ad assaggiarli in Italia, ne era molto goloso.

storia


la sua comparsa in Italia risale al 1870 ed il primo kaki fu portato a Firenze per i giardini di Boboli, che secondo i fiorentini a quel tempo possedeva tutti gli esemplari di piante, tranne "l'erba voglio".

segnalazioni


viaggio


In Giappone il kaki viene utilizzato per la produzione di un vino a bassa gradazione alcolica ed il suo succo viene usato come chiarificante nella preparazione del sakè

concimazione


abbondanti concimazioni organiche a fine inverno, con letame e stallatico maturo

irrigazione


poco praticata, ma se effettuata migliora la pezzatura dei frutti

potatura


La potatura di mantenimento deve consistere essenzialmente in una leggera rimonda, e solo per le piante vechie, in interventi più drastici, al fine di ringiovanirle.

malattie


molto resistente, difficilmente attaccata da malattie. Può essere raramente colpito dal tumore batterico.

particolarità


crescita lenta, da giovane sensibile al gelo. Si può proteggere con fasci di paglia. La raccolta dei frutti avviene tagliando una piccola porzione del rametto che li porta; per diventare commestibili devono subire la maturazione supplementare o ammezzimento, che può essere accellerata alternando alle cassette di kaki delle cassette di mele profumate che sviluppano dei gas (etilene ed acetilene) facilitando questo processo.

temperatura


temeperature miti, soffre temperature troppo rigide (7-10°C). Gli esemplari giovani vanno protetti dal freddo eccessivo con delle pacciamature. resistono molto bene al caldo che anzi gli fa produrre dei frutti migliori.

substrato


predilige suoli neutri, freschi, profondi e fertili, non troppo umidi e compatti.

propagazione


la moltiplicazione avviene per margotta o per innesto su altre specie che conferiscono alla pianta una notevole resistenza al freddo.

clima


caldo e temperato

durata


perenne

origine


Cina e Giappone
Faggio
fagus sylvatica
ippocastano
Aesculus hippocastanum L.
Crassula marnieriana
Crassula marnieriana
nocciolo
Corylus avellana
Albero di Giuda
Cercis siliquastrum
Yucca treculeana
Yucca treculeana
sambuco
Sambucus nigra
caco
Diospyros kaki
Catalpa bignonioides
Catalpa bignonioides
melo bonsai
malus baccata