Ericaceae

Mirtillo nero

Vaccinium myrtillus

Mirtillo nero

Vaccinium myrtillus

E'un piccolo arbusto spontaneo di circa 30-60 cm. di altezza, con foglie caduche, verdi, con bordo seghettato; produce bacche subsferiche con diametro di 6-10 mm., di colorazione scura, bluastra. Le bacche hanno un contenuto succoso, violaceo, con un gradevolissimo sapore dolciastro, sono aromatiche e rinfrescanti

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera

arbustiva

Temperato

Perenne

piccola

Europa

esposizione


Può essere messa a dimora in pieno sole, o preferibilmente a mezz'ombra, soprattutto nei luoghi con estati molto calde

fioritura


Fiorisce in maggio e fruttifica in luglio-agosto

medicina


Il mirtillo nero risulta efficace per i problemi di circolazione e di dilatazione dei vasi cutanei

concimazione


L'azoto non deve essere dato in eccesso: soprattutto nei terreni molto ricchi di sostanza organica apporti annui di 30-50 Kg/ha di azoto sono ottimali. Meglio i formulati a base acida ("solfati") per tutti gli elementi.

segnalazioni


irrigazione


L'acqua, non calcarea, deve sempre defluire in breve tempo anche in caso di forti precipitazioni

potatura


Eliminare le parti malate e secche

malattie


Non è soggetta ad attacchi parassitari

particolarità


Evitare di mettere a dimora in luoghi troppo ventosi

temperatura


In genere non teme il freddo invernale, anche se esitono specie più adatte al caldo, e altre più adatte al freddo

substrato


Il mirtillo vegeta bene nei terreni acidi (pH 5-5,5), privi di calcare attivo, ben dotati di sostanza organica, fertili, freschi, tendenzialmente sciolti

propagazione


Viene propagato per talea legnosa o erbacea

clima


Temperato

durata


Perenne

origine


Europa