Sassifragaceae

Ribes nero

Ribes nigrum

Ribes nero

Ribes nigrum

Alto fino a 2 metri con fogliame deciduo e fusti ramosi. La corteccia è liscia, da chiara a rossastra nei fusti giovani, mentre diviene scura nei fusti vecchi. Le foglie sono grandi, piane, picciolate, con tre - cinque lobi, apice acuto e margine dentato. La pagina inferiore, coperta da un leggero tomento, è ricca di ghiandole giallastre dalle quali emana un caratteristico odore

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera

arbustiva

Temperato

Perenne

media

E'un arbusto originario delle zone montuose dell'eurasia

esposizione


Posizioni ben soleggiate

fioritura


I fiori appaiono in primavera, raccolti in racemi pendenti, sono pentameri, di colore verde-biancastro, poco appariscenti.

medicina


Le foglie e i frutti vengono raccolti durante l'estate e possono essere utilizzate come droga sia fresche sia essicate. Il Ribes nero gode di azione rinfrescante, diuretico-depurativa, rinforza le difese naturali dell'organismo e protegge la parete vascolare come tutti i frutti spontanei ricchi di vitamine.

storia


il nome del genere deriva da ribas, una spece di rabarbaro, tanto comune nelle regioni arabe. Giunti in francia ne cercarono un surrogato e lo trovarono nei frutti del ribes nero. Ancora oggi lo sciroppo di ribes viene utilizzato come veicolo di medicamenti.

segnalazioni


viaggio


In Francia è chiamato Cassis ed è usato per fare gelate e confetture, probabilmente come surrogato della cassia.

concimazione


Al momento dell'impianto utilizzare fertilizzante ternario

irrigazione


Salvo particolari condizioni non necessita di interventi irrigui

potatura


La potatura deve esser fatta per il rinnovo della vegetazione

malattie


Le micosi che rivestono un certo interesse sono l'Oidio, la Muffa grigia e l'Antracnosi. I parassiti animali di maggior interesse sono gli afidi, le cocciniglie, la sesia e l'acaro giallo

particolarità


Teme le gelate tardive e la ventosità in fioritura

temperatura


Sopporta le temperature rigide invernali

substrato


Si adatta a tutti terreni purchè non vi sia un eccesso di ristagno idrico e abbiano una reazione acida

propagazione


Per talea di ceppaia, rincalzando le piante madri accestite nell'autunno e prelevando nella primavera i fusti radicati

clima


Temperato

durata


Perenne

origine


E'un arbusto originario delle zone montuose dell'eurasia
rosa canina
rosa canina
zenzero
zingiber officinale
More
Rubus
lampone
Rubus idaeus
Acacia caven (sin: Acacia karroo, Acacia orrida).
Sofora Acacia caven
ortica
Urtica dioica
sambuco
Sambucus nigra
Mirtillo
Vaccinium spp.
fragola
fragaria vesca
Arancio dolce
Citrus sinensis