Lauraceae

Avocado

Persea americana

Avocado

Persea americana

Pianta arborea di alto fusto, con la chioma può raggiungere i 20 metri è sempre verde e possiede un sistema radicale molto espanso. I fiori, in posizione apicale, sono ermafroditi, piccoli, riuniti in racemi e molto numerosi; essendo poco appariscenti, solo in piccola parte sono visibili dagli insetti pronubi e ciò determina una bassa produttività. Sono composti da tre petali e da tre sepali. I frutti sono drupe di forma variabile, di colore verde o violaceo, con un solo seme poliembrionico e una polpa burrosa, ricca in grassi. Pur essendo una pianta sempreverde, l'avocado presenta, in alcune varietà, una filloptosi quasi completa in prossimità della fioritura, che può durare anche un paio di mesi

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

L'avocado è una pianta dotata di ampie possibilità di adattamento sia ai climi tropicali, sia a quelli subtropicali, sia ai temperati

Perenne

Pianta originaria dell'America Centrale (Messico, Guatemala, Antille), conosciuta già in epoca precolombiana

esposizione


Si adatta bene a tutte le esposizioni prediligendo un'esposizione diretta al sole

fioritura


La fioritura si protrae per alcuni mesi, in conseguenza di questo anche i frutti maturano in un lasso di tempo prolungato

medicina


Il frutto è un vero concentrato di energia. In 100 grammi si trovano: 6,9 gr. di zuccheri, 19 gr. di grassi, 1,8 gr. di proteine e soprattutto circa 680 mg. di potassio. Un solo frutto ne contiene in media come 2 o 3 banane e può aiutare così a combattere i gonfiori dovuti a ritenzione idrica. Sono presenti, inoltre, circa 48 mg. di fosforo, 35 mg. di zolfo, 43 gr. di magnesio, 16 mg. di calcio. Anche il contenuto vitaminico è consistente: 20 mg. di vitamina C; 0,2 di B2; 1 mg. di PP; 0,03 mg di carotenoidi attivi. l'avocado è un vero concentrato di virtù: è ricchissimo, infatti, di vitamina E e B6 e dieci volte più proteine di quelle contenute nelle mele. Per questi motivi secondo trattati di erboristeria aiuterebbe a prevenire le malattie cardiovascolari, l'esaurimento nervoso e alcuni tipi di tumori. Contiene, inoltre, betasitosterolo, un fitosterolo utile nelle diete per la riduzione del colesterolo. Per il suo contenuto in mucillagini sarebbe adatto a chi soffre di gastrite e di colite, mentre per le proprietà antiossidanti può contrastare le rughe e l'invecchiamento precoce. Tutto merito del suo olio, utilizzato in preparazioni cosmetiche e curative anche per le sue qualità cicatrizzanti e disinfettanti. Per concludere, per la sua composizione l'avocado non è considerato un semplice frutto, ma un alimento completo. Il suo consumo è particolarmente indicato per i bambini, per chi segue una dieta vegetariana, in caso di convalescenza, gravidanza, invecchiamento. l'avocado occupa un capitolo a parte nella cosmesi. Da migliaia di anni le donne del Sud e Centro America lo hanno usato come idratante per le pelli secche. Il suo olio contiene circa il 75% di grassi insaturi, in particolare acido linoleico, un vero toccasana per le pelli delicate. La sua polpa, invece, può essere utilizzata come maschera antirughe o come tonificante per capelli secchi

letteratura


Nella lingua Nahuatl, parlata dagli Aztechi, la parola "ahuacatl", da cui deriva "avocado", significa "testicolo". Le popolazioni native dell'America centro-meridionale coltivavano questo frutto prima dell'arrivo di Cristoforo Colombo e scelsero un nome evocativo della morfologia del frutto stesso. Chiamato anche "pera alligatore", l'avocado fu descritto dai conquistadores come un frutto abbondante, con una polpa simile al burro e caratterizzato da un ottimo sapore

storia


Le origini dell'avocado risalgono al 5000 a.C. In Messico era uno degli alimenti base degli Aztechi e dei Maya. Miti afrodisiaci hanno accompagnato per millenni la sua coltivazione. Una caratteristica su cui si focalizzò immediatamente l'attenzione dei conquistadores, che lo trapiantarono nel Mediterraneo importando in Europa insieme al frutto il mito delle sue incredibili virtù. Si racconta che anche il re di Francia Luigi XV ne fu un grande estimatore

segnalazioni


irrigazione


Necessita di irrigazioni regolari durante l'anno, valutando chiaramente gli apporti naturali

potatura


L'avocado necessita di limitati interventi cesori, da eseguirsi per la prima volta dopo diversi anni e successivamente di tanto in tanto al fine di sfoltire la vegetazione

malattie


Non si registrano gravi attacchi parassitari

particolarità


Non sopporta terreni calcarei ed esposizione ai venti forti

temperatura


Preferisce un clima temperato

substrato


Non impiantare in terreni pesanti, asfittici e calcarei

clima


L'avocado è una pianta dotata di ampie possibilità di adattamento sia ai climi tropicali, sia a quelli subtropicali, sia ai temperati

durata


Perenne

origine


Pianta originaria dell'America Centrale (Messico, Guatemala, Antille), conosciuta già in epoca precolombiana
Melograno Bonsai
Punica granatum
Acer palmatum 'dissectum granato'
Acer palmatum 'dissectum granato'
Astilbe
Astilbe
stella di natale
Poinsettia
Spatiphyllum
Spathiphyllum
rosmarino
Rosmarinus officinalis
ciclamino
Cyclamen persicum
mandevilla
Mandevilla Splendens, Syn. Dipladenia
melograno
Punica granatum
Acero giapponese
Acer japonicum