Boraginaceae

eliotropio

Heliotropium

eliotropio

Heliotropium

Pianta erbacea, arbustiva, da interno e se il clima lo consente anche da esterno. Di facile manutenzione e reperibilità . Sono note circa 250 specie, di altezza variabile dai 30 cm. ai 180 cm; tra le più note abbiamo: H. arborescens perenne, sempreverde, con foglie di colore verde scuro, rugose, con venature profondamente marcate; in primavera e in estate produce piccoli fiori di colore viola intenso, bianco o lilla, riuniti in grandi racemi, che sbocciano in successione ed emanano un intenso profumo di vaniglia. La specie E.hybridum comprende molte varietà con foglie oblungo-lanceolate ed infiorescenze profumatissime, bianche, azzurre e blu.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera

arbustiva

Temperato

Annuali o perenni a seconda della specie

media

America del sud

esposizione


Se in interni esporre in luce diffusa, se in esterno anche in sole pieno

fioritura


Inizia la fioritura verso aprile fino a inizio ottobre circa

arte


Eliotropo, secondo il linguaggio dei maghi fa scoprire la verità. Nel linguaggio dei fiori significa devozione. Coltivato in giardino si dice che stimoli l'ambizione, spingendo al successo e all'affermazione in campo professionale.

medicina


L'Eliotropio possiede proprietà analgesiche, astringenti e sedative. E' utilizzato nei casi di emicranie, cefalee e nevralgie. In uso esterno ha la proprietà di lenire le infiammazioni e le irritazioni della pelle. Si utilizza la porzione aerea della pianta, che deve essere raccolta all'inizio della fioritura. Si recide il fusto a qualche centimetro da terra e si eliminano le parti eccessivamente legnose. La droga si essicca in un luogo ombroso e aerato, e si conserva in sacchetti di carta o in vasi di vetro, al riparo dalla luce.

storia


l'etimologia del nome della pianta deriva dal greco Helios= sole, e tropeo=girare; la pianta, infatti, segue il movimento del sole; anche nel corso della notte, il fiore gira di nuovo verso est, e si prepara per il giorno successivo al sorgere del sole.

segnalazioni


viaggio


In alcuni posti, alcune varietà di Eliotropio sono utilizzate nell'industria profumiera, grazie al sentore piacevolissimo

concimazione


Utilizzare concime complesso seguendo le indicazioni del produttore

irrigazione


Mantenere in vaso il terreno leggermente umido senza eccessi, evitare ristagni d'acqua.

potatura


si consiglia una potatura di tutti i rami a due terzi o metà della loro lunghezza, da effettuarsi a marzo.

malattie


Può essere soggetta a funghi di varia natura: muffa grigia, da trattare con antibotritici; o il fungo verticillium alboatrum che causa la chiusura dei vasi linfatici e la conseguente morte della pianta. La prevenzione migliore è sempre l'uso di substrati sani.

particolarità


In vaso coltivabile sia per terrazzi e balconi che in interni. In ogni caso in inverno ritirare la pianta in luogo riparato. Non necessita di cure particolari

temperatura


Si consiglia di non scendere sotto gli 8-10°C.

rinvaso


In primavera solo se necessario.

substrato


In vaso mix con prevalenza di torba e terra, utilizzare sabbia o ghiaietta per il fondo. Il substrato più indicato per la radicazione delle talee è composto da torba ed agriperlite in parti uguali.

propagazione


Tramite talea o semina in primavera.

clima


Temperato

durata


Annuali o perenni a seconda della specie

origine


America del sud
Arabis
Arabis
calceolaria
Calceolaria
schizanthus
Schizanthus
non ti scordar di me
Myosotis
lithospermum
lithospermum
pulmonaria
pulmonaria