Gesneriaceae

episcia

Episcia

episcia

Episcia

Pianta erbacea, verde, dal portamento strisciante . Le foglie sono molto decorative, variegate e ricoperte da peluria bianca. La fioritura è estiva e presenta piccoli fiori ascellari con corolla tubolare di colore rossastro. Tra le sei specie categorizzate citiamo: l'E.cupreata con foglie ovali, pelose, verde ramato; i fiori, ascellari, sono solitari e di colore scarlatto. Nella varietà Splendens possiede variegature molto evidenti. L'E.lilacina: con foglie verdi dalla fitta peluria bianca e le nervature argentee. I fiori sono tubolari e assumono tonalità che vanno dal lavanda all'azzurro.L'E.dianthiflora possiede foglie piccole, arrotondate, vellutate con venature rosse; i fiori sono bianchi macchiati di rosso.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

luce intensa

fiorita: estate

erbacea

Tropicale

Perenne

media

America centrale

esposizione


Scegliere esposizione in luogo molto luminoso ma non con sole diretto.

fioritura


Inizia a fiorire verso metà giugno.

storia


L'etimologia del nome deriva dal greco episkios che significa ombroso, in riferimento al fatto che questo genere vive nel sottobosco.

concimazione


Utilizzabile concime ternario seguendo le indicazioni del produttore.

segnalazioni


irrigazione


Mantenere il terreno leggermente umido in estate, diminuire in inverno. Evitare ristagni d'acqua. l'umidità ambientale dovrebbe essere innalzata il più possibile, evitando di spruzzare le foglie ricoperte di peluria e preferendo il posizionamento dei vasi su terrine con ghiaia mantenuta costantemente umida.

potatura


Eliminare le parti appassite o secche

malattie


Non sono segnalate malattie particolari o parassiti. Una buona attività preventiva può essere quella di un'annaffiatura corretta: senza ristagni d'acqua non si creano marciumi radicali. Nel caso di attacco degli afidi verdi, possiamo intervenire con aficidi.

particolarità


Si consiglia di posizionare in luogo non soggetto a correnti d'aria o a bruschi sbalzi di temperatura, evitare ristagni d'acqua.

temperatura


Sopporta molto bene le alte temperature, la minima non deve scendere sotto i 15°C.

rinvaso


In primavera ogni 2-3 anni circa. E' necessario usare lo stesso terriccio e utilizzare vasi del diametro massimo di 20 cm. Possiamo poi suddividere la pianta e ripartirla in vasi da 24 cm; dopo questa operazione è necessario mantenere le piante in ombra mantenendo alto il livello di umidità.

substrato


Mix composto da foglie di faggio e torba con aggiunta di terra e sabbia per drenaggio

propagazione


Tramite semina in primavera in cassetta o grazie all'utilizzo di pezzi di stoloni in un miscuglio di torba e sabbia, alla temperatura di 20-23°C.

clima


Tropicale

durata


Perenne

origine


America centrale
erythrina
Erythrina crista-galli
Echinocereus rigidissimus var. rubrispinus
Echinocereus rigidissimus var. rubrispinus
abelia
Abelia
escallonia
Escallonia rubra
achimenes
Achimenes
Castagno
Castanea sativa
exacum
Exacum
Aeschynanthus cordifolia
Aeschynanthus cordifolia
evonimo latifolius
Euonymus
bella di notte
Mirabilis jalapa