Crassulaceae

Aeonium korneliuslemsii

aeonium korneliuslemsii

Aeonium korneliuslemsii

aeonium korneliuslemsii

Pianta succulenta, presenta fusto dritto e carnoso, di colore marrone chiaro, molto ramificato negli esemplari adulti; ogni fusto porta alla sommità una rosetta di foglie succulente verde chiaro, verde-blu o porpora, a seconda della varietà. Solitamente tende ad allargarsi producendo nuovi rami e nuovi fusti. Ogni rosetta produce una larga spiga di fiori a forma di stella, di colore giallo, rosa, rosso o bianco. Generalmente i fiori sono semplici a simmetria raggiata, sono piccoli, ma formano un'infiorescenza a corimbo, che può essere anche molto vistosa, che dà agli insetti l'impressione di trovarsi in presenza di un unico grande fiore. Nella maggioranza dei casi i fiori hanno 5 sepali, 5 petali, 10 stami e 5 carpelli. I frutti, chiamati follicoli, a stella e saldati solo alla base, sono secchi a maturazione; si aprono dal lato interno e liberano i semi che vengono prodotti in quantità e sono molto piccoli

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

luce intensa

fiorita: estate

cactacea

Mediterraneo

perenne

media

Isole Canarie, Madeira e coste del Mediterraneo

esposizione


E' bene collocare l'Aeonium in un luogo molto luminoso, anche al sole diretto

fioritura


In estate compaiono fiori stellati di vari colori.

arte


Il nome Aeonium, dal greco aionios, eterno, duraturo, ricorda che la pianta è in grado di affrontare la siccità: le piante utilizzano le foglie succulente come riserva d'acqua riunendole per proteggere la gemma apicale. Nelle isole di Capo Verde le foglie venivano masticate per "bere" il liquido contenuto in mancanza dell'acqua, molto scarsa sull'isola. Inoltre le capre mangiano ben volentieri queste piante nel periodo estivo producendo un notevole danno ecologico

medicina


Nelle isole Canarie diverse specie venivano adoperate nella medicina tradizionale, ma anche gli antichi greci ne conoscevano le virtù medicinali, per tal motivo era ampiamente adoperata e coltivata. Sono conosciuti come antidoto, contro gli avvelenamenti e per alleviare i dolori da contusione, lividi o bruciature

concimazione


Da maggio a settembre aggiungere all'acqua un concime per cactacee ogni 2 settimane

irrigazione


Durante la stagione vegetativa, da maggio a ottobre, l'Aeonium necessita di annaffiature abbondanti; se l'acqua è insufficiente i fusti e le rosette tendono a crescere in maniera stentata; in inverno si consiglia di lasciare alla pianta un periodo di riposo, diminuendo drasticamente la quantità d'acqua fornita, annaffiando soltanto quando il terreno è ben asciutto

segnalazioni


potatura


Si eliminano le infiorescenze appassite e le parti danneggiate

malattie


Le piante di Aeonium sono generalmente delle piante abbastanza resistenti. Si possono presentare dei problemi favoriti da eccessive annaffiature, ristagni d'acqua o sistemazione invernale troppo calda. In particolar modo porre le piante al sole o a mezz'ombra per certe specie delicate; al contrario le piante poste in posti poco soleggiati tendono a filare con il sopravvento di afidi. Se poste in luoghi poco ventilati il ragnetto rosso si presenta in maniera eccessiva

particolarità


Evitare i ristagni d'acqua e in inverno i luoghi freddi

temperatura


Tenere in inverno tra 10 e 16° C, ma resiste molto bene a 5° C; l'unico vero problema non è la temperatura, bensì le gelate invernali che "bruciano" le foglie

rinvaso


All'occorrenza rinvasare in vasi leggermente più grandi del precedente con terriccio universale misto a sabbia e terriccio di giardino

substrato


Come molte altre piante grasse anche l'Aeonium gradisce terreni molto ben drenati, quindi è consigliabile miscelare al substrato una buona quantità di sabbia e di materiale a grana abbastanza grossolana

propagazione


adoperata, in quanto si conservano integralmente tutte le caratteristiche genetiche e morfologiche della pianta madre. Le talee sono facili da radicare e non occorre nessun tipo di trattamento con ormoni radicanti, basta preferire talee semi legnose e porle in terreno sabbioso e nebulizzare ogni tanto

clima


Mediterraneo

durata


perenne

origine


Isole Canarie, Madeira e coste del Mediterraneo
Spatiphyllum
Spathiphyllum
Aeonium haworthii variegata
Aeonium haworthii
dracena compacta
Dracaena
Falangio
Chlorophytum comosum
crassula ovata
crassula ovata
Aloe aristata
Aloe aristata
Anthurium
Anthurium andraeanum
Aloe saponaria
Aloe saponaria
Dracaena Marginata
Dracaena Marginata
aloe
Aloe vera