Aloaceae

Aloe polyphylla

Aloe polyphylla

Aloe polyphylla

Aloe polyphylla

l'Aloe polyphylla è una cactacea di difficile coltivazione. Le sue foglie sono sistemate secondo una perfetta spirale che può seguire il senso orario o antiorario. Le foglie sono di colore grigio-verde con le punte che diventano scure, sul porpora-marrone. Alcune parti del tessuto di queste piante sono chiamate parenchima, grazie a queste strutture la pianta riesce a sopravvivere anche in caso di periodi siccitosi.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

luce intensa

fiorita: estate

cactacea

temperato

perenne

media

Australia zone montane

esposizione


predilige il pieno sole

fioritura


non presenta fioritura alle nostre latitudini. Nel suo habitat naturale fiorisce in primavera con delle infiorescenze rosse o rosa salmone.

arte


Sono piante che possono vivere anche tutto l'anno in appartamento, inoltre, sono molto adatte alla coltivazione in panieri per creare delle composizioni con specie diverse. La tipica forma a rosetta delle foglie le rende gradevolmente ornamentali.

medicina


Conosciuta da millenni, Cristoforo Colombo l'aveva chiamata "il medicinale in vaso". Infatti è sempre stata coltivata soprattutto per le proprietà terapeutiche che sono tonificanti, antinfiammatorie e cicatrizzanti per la pelle. Inoltre è in grado di regolare il metabolismo degli zuccheri e dei grassi. Dalla pianta si producono numerose creme ed idrogel. Gli usi antichi di questa pianta sono gli stessi di oggi, viene definita un vero "toccasana per tutti i mali", ma in particolare sono riconoscite le seguenti proprietà: la gelatina è utilizzata come CICATRIZZANTE, oppure, in cosmesi come TONICO per la pelle; il succo puro di Aloe Vera, assunto per via interna, depura l'organismo sia dalle tossine esogene, provenienti quindi dall'esterno, introdotte per via orale o respiratoria, che da quelle endogene, prodotte quindi direttamente dalle nostre cellule. Viene consumata anche per uno scopo puramente preventivo, infatti, stimola e riequilibra il sistema immunitario, aumentando le difese dell'organismo.

letteratura


Le sue numerosissime foglie le hanno dato il nome specifico di polyphylla, "Poly" means "many" and "phylla" is Greek for "leaves". In greco "Poli" significa "molti" e "phylla" vuol dire "parte". In un passo del vangelo di Giovanni si dice che Gesù venne sepolto con Mirra ed Aloe.

storia


Definita pianta dell'immortalità dagli antichi Egizi; veniva piantata presso l'entrata delle piramidi per indicare il cammino dei Faraoni verso la terra dei morti. Persino Ippocrate (460-337 a.C.) ne decantava le proprietà rigeneranti, antinfiammatorie, disinfettanti e cicatrizzanti.

segnalazioni


viaggio


In egitto l'Aloe viene sistemata davanti alla porta di casa per assicurarsi felicità e lunga vita.

concimazione


utilizzare dei fertilizzanti per cactacee

irrigazione


intervenire lasciando sempre ascugare il terreno tra un'annaffiatura e l'altra. Durante la bella stagione aumentare gli interventi.

malattie


Può essere soggetta ad attacchi di cocciniglia

particolarità


Evitare assolutamente i ristagni d'acqua. E' sufficiente eliminare le foglie danneggiate e il fiore a fine fioritura

temperatura


sopporta bene un clima temperato freddo, sopravvive anche sotto la neve.

rinvaso


da effettuare in primavera usando un vaso solo leggermente più ampio del precedente.

substrato


E' necessario un substrato per cactacee molto ben drenante.

propagazione


si propaga per semina in primavera

clima


temperato

durata


perenne

origine


Australia zone montane
Haworthia fasciata
Haworthia fasciata
Astrophytum
Astrophytum asterias
Lophophora
Lophophora
Aloe aristata
Aloe aristata
Orchidea pleione
pleione
Crassula portulacea hobbit
Crassula portulacea
Astrophytum myriostigma
Astrophytum myriostigma
adonide
Adonis
eleagnus
eleagnus
Haworthia papillosa
Haworthia pumila