Acantaceae

aphelandra tetragona

aphelandra tetragona

aphelandra tetragona

aphelandra tetragona

arbusto dal poramento espanso, con fogliame molto grande, di forma ovale ma dalla punta piuttosto accuminata e con nervature meno in evidenza rispetto alle altre specie. le infiorescenze sono spighe dall'aspetto piumoso con fiori tubolari di colore rosso. La sua altezza raggiunge i 70 cm se coltivata in casa.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

tropicale

perenne

America centrale e meridionale ( Messico, Argentina, Brasile)

esposizione


Predilige posizioni molto luminose, preservare dall'esposizione diretta ai raggi del sole, specie se filtrati dal vetro di una finestra

fioritura


estate

storia


Sono state importate in Europa nel 1800 dal Brasile e dal Messico. Gli inglesi, per la loro striatura fogliare, le hanno soprannominate "zebra-plant" (piante-zebra)

concimazione


Da marzo ad ottobre fornire del concime per piante fiorite, mescolato all'acqua delle annaffiature, ogni 10-15 giorni

irrigazione


Annaffiare regolarmente, lasciando asciugare il terriccio tra un'annaffiatura e l'altra, senza mai inzuppare troppo il terreno; annaffiature eccessive possono favorire il marciume radicale, e provocare l'ingiallimento delle foglie. In generale queste piante non sopportano bene la siccità, e in casi di periodi prolungati senz'acqua tendono ad afflosciarsi; in entrambi i casi la pianta tende a perdere le foglie. In inverno annaffiare sporadicamente

segnalazioni


potatura


Nel caso si conservi la pianta in inverno, è opportuno praticare una potatura di circa la metà della lunghezza dei rametti emessi. La si pratica a fine estate. Per la toelettatura del foglieme utilizzare un panno umido, evitare i lucidanti fogliari. Durante le operazioni di toelettature sostenere le fioglie con una mano per evitarne la rottura.

malattie


Sono piante piuttosto resistenti, ma temono il marciume radicale, gli afidi e la cocciniglia.

temperatura


sopporta molto bene il caldo, se l'umidita ambientale è elevata, teme il freddo, infatti vive bene a temperature non inferiori ai 15°C durante la fase di riposo vegetativo.

rinvaso


In generale non crescono molto in fretta, quindi non è necessario rinvasarle spesso, ma è bene cambiare il terreno ogni due anni

substrato


Necessitano di un terreno molto ricco di humus e ben drenato; si può preparare un composto adatto mescolando della torba con sabbia, terriccio di foglie e una piccola manciata di stallatico o di humus

propagazione


Tramite semina in primavera o tramite talee prelevate dai getti laterali, che radicano abbastanza rapidamente e con facilità

clima


tropicale

durata


perenne

origine


America centrale e meridionale ( Messico, Argentina, Brasile)
Aphelandra aurantiaca
Aphelandra aurantiaca
Aphelandra sinclairiana
Aphelandra sinclairiana
paulownia
paulownia
Begonia scharffii
Begonia scharffii
beloperone
Beloperone
epipremnum aureum
Epipremum aureum
Begonia albo-maculata
Begonia tamaya
Bergenia
Bergenia
dieffenbachia tropicale
Dieffenbachia tropicale
Curcuma alismatifolia
Curcuma alismatifolia