Liliaceae

Asphodeline

Asphodeline

Asphodeline

Asphodeline

pianta erbacea provvista di rizoma e radici tuberose. Presenta fusto eretto e liscio, foglie spesse e larghe con denso ciuffo basale. i frutti sono delle capsule ovoidali che a maturità si aprono e lasciano uscire numerosi semi neri e triangolari, prima verdi e poi tendenti al bruno.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

temparato

perenne

area mediterranea

esposizione


Prediligono tutte le condizioni di luce, infatti si adattano sia all'ombra sia all'esposizione diretta della luce solare

fioritura


fiorisce in piena estate, tra giugno e luglio.

arte


Per i fiori recisi conviene prelevare il ramp con almeno 2 fiori già sbocciati alla base dell'intera infiorescenza e sostituendo ogni giorno l'acqua del vaso.

medicina


Utilizzato nella medicina popolare, ma non iscritto nella Farmacopea Ufficiale. La droga è data dai tubercoli che si raccolgono in estate, quando le foglie sono secche e si mettono a seccare all'ombra, tagliati in fettine sottili. Dei tubercoli si conosce soprattutto un uso esterno per la cura di dermatosi e scottature solari (decotto con 5 gr in 100 ml di acqua e applicato con pezzuole). Se ne fa anche un uso cosmetico per schiarire le efelidi (tubercoli freschi pestati e applicati in poltiglia sulle parti interessate). L'uso interno come astringente è sconsigliato per la presenza di alcuni alcaloidi

letteratura


Asphodelus deriva dal greco "a" = non, "spodos" = cenere e "elos" = valle; cioè valle di ciò che non è stato ridotto in cenere (Pignatti). Il nome deriva dal fatto che gli asfodeli ricoprono garighe di sovente soggette ad incendi. Gli organi sotterranei degli asfodeli (bulbo-tuberi), infatti, sopravvivono al passaggio del fuoco. Gli antichi Greci rappresentavano il regno dei morti ricoperto di asfodeli. Per questo erano il simbolo dei defunti ed erano utilizzati per adornare le tombe

segnalazioni


viaggio


Le foglie, divise in due nel senso della lunghezza, in Sardegna sono utilizzate per la costruzione di cesti

concimazione


A inizio primavera con concime complesso seguendo le indicazioni del produttore

irrigazione


Solo in caso di prolungata siccità effettuare delle annaffiature evitando i ristagni idrici

potatura


Bisogna eliminare le parti danneggiate e i fiori appassiti

malattie


Nessuna malattia o parassita particolare

particolarità


Evitare ristagni d'acqua, ma in generale non necessitano di particolari cure

temperatura


Sopporta bene sia le alte sia le basse temperature

substrato


Si adatta a qualsiasi tipo di terreno

propagazione


Tramite radici o rizomi in autunno

clima


temparato

durata


perenne

origine


area mediterranea
asplenium
Asplenium nidus
dietes bicolor
Dietes bicolor
Dieffenbacchia maculata
Dieffenbacchia maculata
dieffenbachia tropicale
Dieffenbachia tropicale
Calathea
Calathea
Asperula
Galium odoratum