eliotropio_part.jpg1481_11223.jpgp4110187.jpg1989_10910.jpg1255_10910.jpgimg_6734.jpg2360_11544.jpg1320_10634.jpg2065_11622.jpg26_giugno_2010_030.jpgdsc01796.jpg2027_10555.jpg2103_10910.jpg989_11468.jpg1962_11065.jpg2246_10555.jpg1975_10555.jpg2387_11065.jpg1097_10555.jpgdscn0136_(2).jpgabies-nordmanniana.jpg2344_10910.jpg159_10555.jpg219_10910.jpg

LeMiePiante.it

La cura delle piante e dei fiori

enciclopedia delle piante
LeMiePiante.itRating: [0.2 su 5.0]

DESCRIZIONE GENERALE

erbacea rustica alta fino a 30 cm. presenta minuti fiorellini bianchi con cinque petali bianchi e cuore e stami gialli seguiti da frutti piccoli, scarlatti, dolci, che maturano per tutta l'estate. Le foglei sono trifogliate, verde medio, dentate commestibili.

DESCRIZIONE ESPOSIZIONE

esporre in piano sole o alla mezz'ombra.

DESCRIZIONE FIORITURA

fiorisce durante la stagione primaverile

CURA


utilizzare dello stallatico ben maturo per preparare il terreno; oppure fertilizzante liquido a base di consolida per tutta la fase della fruttificazione.irrigare regolarmente mantenendo il terreno leggermente umido in estate.eliminare le parti secche o danneggiate.non presenta sensibilità a particolari malattie.Questa pianta da frutto può essere confusa con la falsa fragola, dal frutto inodore ed insapore, oltre che diversa per dettagli morfologici e di portamento.predilige un clima temparato fresco, evitare il caldo eccessivo e le gelate tardive.

NOMENCLATURA

Fragaria vesca
rosaceae
Fragaria vesca

DATI GENERICI

Penombra
fiorita: estate
erbacea
fresco-temparato
perenne
piccola
Europa, Asia, australia, nord America.

CURIOSITA'

STORIA

La pianta è meglio conosciuta come fragolina di bosco. Dagli antichi Romani, il frutto della fragola era dedicato a Venere in seguito soppiantata da Maria vergine; la consacrazione era probabilmente dovuta alle sue proprietà curative, oppure, al sapore davvero celestiale.

MEDICINA

cogliere le foglei in tarda primavera prima che si formino i frutti. le foglei hanno propreità astringenti, i frutti sono diuretici.

LETTERATURA

Il nome latino vesca si riferisce alla molle consistenza del suo frutto.

Tra le piante di: