brassicaceae

Isatis

Isatis

Isatis

Isatis

pianta erbacea, rustica, dallo stelo che si allunga molto nel corso del secondo anno. presenta foglie di colore verde-blu che con il passare del tempo assumono una forma più lanceolata. Le infiorescenze sono dei corimbi giallo intenso con steli color blu porpora, compaiono durante la seconda estate, seguiti da semi neri e penduli.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

temperato

biennale

Di origine Asiatica è presente in Europa fin dal neolitico

esposizione


scegliere una posizione soleggiata

fioritura


fiorisce in estate e la gemma fiorale si trasforma in un fiore a 5 petali dal dolce profumo di miele.

arte


La pianta è sfruttata da sempre per la produzione di pigmenti naturali. dalle foglie di questa pianta si estrae il colorante per fare il blu. La solidità del colore estratto da questa essenza è provata dagli arazzi medioevali

medicina


la radice di questa erbacea è nota con il nome di "ban lang gen" e nella medicina cinese si utilizza per la meningite. Le foglei vanno racoclte e fatte essicare alla fine della stagione estiva. nella medicina cinese dal pigmento delle foglie si estrae il " quig" "dai" , di cui se ne prescrivono grandi quanità senza incorrere in effetti collaterali, anche se si tratta di un prodotto molto astringente e velenoso.

storia


la pianta è conosciuta anche con il nome di Guado

concimazione


intervenire arrichcendo il terreno con dello stallatico ben maturo

segnalazioni


irrigazione


eliminare gli steli dei fiori se si vuole arrichcire di foglie la painta e prolungarle la vita per l'anno successivo.

potatura


eliminare le parti secche o danneggiate

malattie


non è soggetta a particolari malatite

temperatura


predilige un clima mite

rinvaso


non è motlo adatta alla coltivazione in vaso

substrato


predilige un terreno ben drenato e nutrito

propagazione


in autunno seminare in cassone freddo, oppure, seminare in tarda primavera direttamente all'esterno

clima


temperato

durata


biennale

origine


Di origine Asiatica è presente in Europa fin dal neolitico