Liliaceae

fritillaria

Fritillaria imperialis

fritillaria

Fritillaria imperialis

Pianta fiorita, bulbosa, da esterno se il clima lo consente. Di facile manutenzione e dalla crescita piuttosto veloce. Nelle diverse varietà il colore delle fioriture varia dal giallo, all'arancione, al rosso. I fiori emanano un odore non molto gradevole ma sono molto appariscenti e sfumati in modo particolare.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera

bulbosa

Tropicale

perenne

piccola

Europa, Asia

esposizione


Se coltivata in piena terra necessita di sole pieno, se coltivata in vaso sarebbe meglio luce media, altrimenti prestare attenzione a non lasciare asciugare troppo il terreno.

fioritura


Inizia a fiorire in tarda primavera, tendenzialmente durante il mese di aprile.

arte


i pittori olandesi del passato ne avevano fatto uno dei loro soggetti preferiti

medicina


La medicina popolare le attribuisce delle proprietà efficaci contrpo le malattie asmatiche.

storia


Dalle testimonianze storiche pare che gli Ugonotti, durante la fuga nel Regno Unito, portarono con sè i semi del fiore, diffondendo così la coltivazione dello stesso anche oltre Manica. L'etimologia del nome è Latina: fritillus (= bossolo per i dadi) a causa della forma dei suoi fiori, e della tipica variegatura a scacchi. Nel 1600, nella tradizione popolare francese, godeva di una certa notorietà ed era rappresentato spesso come decorazione ornamentale sui vestiti delle dame.

concimazione


Non viene richiesto alcun concime particolare, Volendo è possibile arricchire il terreno con del letame ben maturo.

segnalazioni


irrigazione


Mantenere il terreno ben bagnato senza eccessi fino alla fioritura. Diminuire sensibilmente in inverno

potatura


Tagliare alla base a fine ciclo vegetativo se coltivate in giardino.

malattie


Non sono segnalate malattie particolari o parassiti. La morte dei bulbi può avvenire per eccessivo aciugamento, se non vengono conservati a dovere. Teme i ristagni idirci in terreni non drenanti

particolarità


Posizionare in luogo non soggetto a correnti d'aria o a bruschi sbalzi di temperatura, evitare ristagni d'acqua Ha bisogno di annaffiature abbondanti nel periodo della fioritura

temperatura


Si consiglia di non scendere sotto i 12-14° C

rinvaso


Quando necessario a fine estate, utilizzando del terriccio nuovo. La misura del vaso può arrivare ai 20 cm.

substrato


Utilizzare in vaso un mix in parti uguali di terra, torba e sabbia per il drenaggio. Se coltivate in piena terra, sistemare sul fondo della buca della sabbia per favorire il drenaggio

propagazione


Per una riproduzione più veloce si piantano i bulbi da settembre a novembre. Il terreno deve essere ben lavorato eda rricchito con terriccio organico e foglie. Nelle zone a clima più freddo, durante l'inverno, vanno protetti con una pacciamatura. Per propagazione tramite seme, raccogliere le capsule mature, prelevare i semi e seminarli immediatamente in cassetta con un terriccio leggero.

clima


Tropicale

durata


perenne

origine


Europa, Asia
fior di loto
Nelumbo
Arum palaestinum
Arum palaestinum
Asclepias tuberosa
Asclepias tuberosa
Amarillide
Amaryllis belladonna
ixia
Ixia
nectaroscordum siculum
Nectaroscordum siculum
sparaxis
Sparaxis
vriesea
Vriesea splendens