pinaceae

pino silvestre

pinus sylvestris

pino silvestre

pinus sylvestris

conifera sempreverde, longeva, ad accrescimento rapido. può raggiungere i 40 metri, con chioma leggera, non folta, di colore verde sporco, di forma ovale e irregolare. Negli esemplari giovani la corteccia appare rossiccia per poi divenire grigiastra, fissurata, con formazione di placche. Presenta foglie aghiformi, persistenti, color verde chiaro, spesse ritorte su se stesse. I coni sono ovoidali, allungati, dapprima verdastri e poi grigio-bruni.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

Penombra

------ verde ------

albero

temperato

perenne

grande

Europa e Asia

esposizione


predilige il pieno sole.

fioritura


il pino è ermafrodito, in primavera produce sia fiori maschili sia femminili ed il vento ne porta in giro il polline

arte


un misterioso legame pare esistere tra i pini e la vite, si pensava che la sua resina servisse alla conservazione della vite

medicina


la resina essuda dal legno in goccioline, ma la si può ottenere in grande quantità con un'incisione alla base del tronco. Dalla resina si ricava olio essenziale ma anche trementina. L'olio officinale ha un ruolo in fitoterapia come espettorante delle vie respiratorie. Con frizioni di olio essenziale di pino silvestre si curano sciatica e reumatismi.

storia


alberi gioiosi che evocano con gli aghi sempreverdi immagini di immortalità e perennità e con il loro profumo balsamico una divinità benevola. In epoca arcaica, in Grecia erano consacrati a Rea, la Grande Madre. Il Pino, insieme all'abete, è legato alla tradizione natalizia della preparazione dell'albero di natale.

concimazione


fornire dello stallatico ben maturo per arricchire il terreno.

segnalazioni


irrigazione


non necessita di irrigazioni se non nel caso di esemplari giovani o di periodi particolarmente siccitosi.

potatura


eliminare i rami danneggiati

malattie


non è soggetto a particolari malattie, si adatta molto anche in condizioni non ottimali.

particolarità


vive dal fondovalle fino a 2000 metri di quota, con esigenze molto limitate, riuscendo a colonizzare i suoli più poveri e a resistere alla siccità, all'intensa insolazione e alle escursioni termiche più elevate.

temperatura


sopporta molto bene il freddo anche intenso.

substrato


si adatta a qualsiasi tipologia di terreno, anche calcareo.

propagazione


si propaga per seme in primavera.

clima


temperato

durata


perenne

origine


Europa e Asia
Calicanto
Chimonanthus
Lycopus
Lycopus
Cannuccia di palude
Phragmites australis - Adanson
citrofortunella mitis
Citrofortunella
carciofo
cynara scolymus
larice
larix
Drocereus hendricksenianum
Drocereus hendricksenianum
camassia
Camassia
cedro dell'atlante
Cedrus atlantica
Dudleya
Dudleya