Passifloraceae

passiflora qudrangularis

passiflora qudrangularis

passiflora qudrangularis

passiflora qudrangularis

rampicante a foglie decidue che presenta fusti quadrangolari che portano foglie intere ovato-cordate. Da giugno a settembre produce fiori grandi con sepali bianchi e petali rossastri. la corona centrale è formata da filamenti colorati e ad andamento ondulato. Alla fioritura fanno seguito dei frutti ovali, commestibili di colore giallo-arancio.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: estate

rampicanti

tropicale, ma si adatta bene anche ai climi temperati.

perenne

media

America del sud

esposizione


E' meglio posizionarla in zona molto luminosa, alla mezz'ombra o anche in pieno sole, magari non nelle ore più calde della giornata.

fioritura


la fioritura si presenta in primavera e dura fino alla fine dell'estate.

arte


i suoi fiori sono una vera e propria opera d'arte.

storia


La pianta deve il suo nome alle differenti parti del fiore che ricordano gli strumenti della crocefissione di Cristo. I filamenti disposti a ragigera ricordano la corona di spine, lo stilo al centro è la colonna della flagellazione, gli stimmi i chiodi, lo stame, la spugna imbevuta di aceto, le cinque macchie rosse sulla corolla rappresenterebbero infine le cinque piaghe. Nei paesi d'origine è conosciuta con il nome di granadilla.

viaggio


La Passiflora a partire dagli Incas è sempre stata usata dalle popolazioni dell'America latina per le sue proprietà lassative e leggermente sedative.

concimazione


utilizzare dello stallatico sempre ben maturo per arricchire il terreno

segnalazioni


irrigazione


annaffiare solo se necessario, in periodi particolarmente siccitosi.

potatura


eliminare le parti danneggiate o sgraziate.

malattie


Non si segnalano malattie o parassiti particolari se mantenuta nelle condizioni ideali di coltivazione. Può essere attaccata dagli acari, che possono provocare la comparsa di macchie puntiformi sul fogliame, si combattono con acaricidi.

particolarità


Per la coltivazione in vaso non posizionarla in zone troppo ventilate o soggette a bruschi sbalzi di temperatura

temperatura


Sarebbe meglio non scendere sotto i 14°C e creare una buona pacciamatura sul terreno per proteggerla dalle gelate. Il caldo eccessivo può farla patire un poco.

rinvaso


la cosa migliore è la piena terra, in vaso scegliere dei vasi sempre leggermente più ampi del precedente.

substrato


Normale, in prevalenza torboso per la coltivazione in vaso

propagazione


si propaga facilmente tramite talea alla fine dell'estate. Le taklee si prelevano a giugno e si piantano in un miscuglio di terricico e sabbia., si invasano subito dopo il radicamento. La pianta può essere propagata anche sfruttando i semi.

clima


tropicale, ma si adatta bene anche ai climi temperati.

durata


perenne

origine


America del sud