orchidaceae

cypripedium

cypripedium

cypripedium

cypripedium

orchidea terrestre le cui foglie si originano direttamente dal rizoma sotterraneo, sono allungate e di forma tondeggiante all'apice, appaiono spesse e carnose e si seccano nel periodo invernale. Il fiore è portato su robusti peduncoli carnosi ed è di aspetto particolare, possiede infatti i tipici sepali allungati , ma la struttura deriva dall'unione di due petali che compongono una sorta di tasca anche di grandi dimensioni che spesso è di colori appariscenti ma può essere anche bianca.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

Penombra

fiorita: primavera

erbacea

temperato

perenne

media

Europa e Nord America

esposizione


esporre in una zona alla mezz'ombra, Il sole non deve colpire la pianta durante le ore centrali della giornata.

fioritura


fiorisce durante la primavera

arte


L'estrema bellezza di questi fiori ha evocato il simbolo dell'armonia e dell'estrema perfezione spirituale.

letteratura


La stupefacente bellezza di questi fiori ha evocato il simbolo dell'armonia e dell'estrema perfezione spirituale. I Greci la chiamavano kosmosandalon ossia "sandalo del mondo", per il tipico labello rigonfio che si ritrova in molte specie spontanee. Una leggenda narra del giovane ermafrodito Orchide, che era disperato perchè il suo sensualissimo aspetto lo rendeva strano agli occhi degli altri e perciò veniva rifiutato da tutti. La sua ambiguità si rifletteva anche nel carattere: talvolta timido e schivo come una ninfa, talaltra aggressivo e lussurioso come il Dio Pan. Un giorno, per la disperazione, si gettò da una rupe. In seguito, dal suo sangue spuntarono moltissimi fiori, diversi gli uni dagli altri, ma tutti simili nella fastosa e bizzarra sensualità.

storia


I popoli originari dell'america, gli indiani, sfruttavano il rizoma per la cura delle malattie nervose e per calmare il mal di testa. Il nome Scarpetta di Venere. In alcune zone d'Italia è detta anche

segnalazioni


concimazione


utilizzare del fertilizzante dedicato per orchidee terrestri anche se la soluzione migliore è un substrato ricco che non abbisogni di un apporto aggiuntivo.

irrigazione


intervenire con regolarità durante la fase vegetativa.

potatura


eliminare le parti secche

malattie


Le piante possono essere attaccate da cocciniglia e afidi; se sono coltivate all'aperto fare molta attenzione alle lumache che sono ghiotte delle foglie carnose di queste splendide piante.

particolarità


la coltivazione di queste specie non è semplicissima.

temperatura


necessita di una stagione a temperature basse, infatti, nelle zone a inverno mite i rizomi devono essere estratti e messi in frigorifero alla temperatura di 4°C per 3 mesi almeno. In estate sopporta fino ai 30°C ma non tollera un caldo eccessivo.

rinvaso


utilizzare un vaso solo leggermente più ampio del precedente

substrato


scegliere un terriccio dedicato per orchidee terrestri, oppure, preparare una miscela minerale, molto drenante ma che trattenga leggermente l'umidità, con una piccola percentuale di sostanza organica.

propagazione


Un metodo di propagazione è per seme, ma è abbastanza difficoltosa e le piante arrivano a fioritura dopo 4-5 anni. Seminare a marzo in un composto di sabbia e torba in parti uguali e tenere per alcuni mesi il semenzaio all'ombra e coperto con plastica o vetro, per mantenere l'umidità. In autunno, una volta che le piantine sono diventate gialle, tagliare a circa un cm d'altezza, e porre il semenzaio in frigorifero. Quando le piantine si possono maneggiare rinvasare in contenitori singoli, che vanno mantenuti in luogo riparato per almeno un paio d'anni.

clima


temperato

durata


perenne

origine


Europa e Nord America
camassia
Camassia
cotyledon orbiculata
Cotyledon orbiculata
Dimorphotheca pluvialis o annua
Dimorphotheca Pluvialis