orchidaceae

orchidea epidendrum

epidendrum

orchidea epidendrum

epidendrum

orchidee epifite, arboree, di diversa tipologia. Alcune presentano pseudobulibi, altre fusti a canna o rampicanti, provvisti anche di radici aeree. Le foglie hanno una forma oblunga e sono piuttosto carnose, inoltre possono colorarsi di arancione. Le infiorescenze sono molto colorate ed hanno forma particolari. Il fiore ha 3 sepali e due petali di forma lanceolata e allungata ed appena rivolti all'indietro. Le specie epifite hanno l'apparato radicale ricoperto da velamen. Questa sostanza è utilissima per l'assorbimento dell'acqua ed in generale delle particelle di umidità.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

luce intensa

fiorita: primavera

erbacea

temperato

perenne

media

America centrale, Brasile

esposizione


adatta alla coltivazione in panieri appositi che ne esaltano il portamento

fioritura


fiorisce anche più volte dalla fine dell'inverno all'estate, i fiori sono solitari o riuniti in pannocchie

arte


La forma dei fiori alle volte può ricordare quella di insetti, ragni. la bellezza di questi fiori ha evocato il simbolo dell'armonia e della perfezione spirituale. l'orchidea è mitica grazie alla sua perfezione, è l'immagine della bellezza assoluta. E' il simbolo dell' eterna giovinezza, grazie alla sua eccezionale durata di vita e fioritura.

letteratura


Narra una leggenda, che un giovanotto di nome Orchide, non sapeva se era un maschio oppure una femmina e veniva allontanato da tutti. Era un ermafrodito dal carattere cangiante. Un giorno, disperato, si gettò da una rupe sfracellandosi su un praticello dove spuntarono dal suo sangue tanti fiori diversi ma simili nella loro forma carca di sensualità. Vennero così chiamati Orchidee.

segnalazioni


storia


Nell'antica Cina le orchidee erano associate alle festività primaverili, ed in particolare avevano la funzione di allontanare la sterilità. Il medico Dioscoride consigliava di mangiarne i tuberi proprio come rimedio contro la sterilità. Nel medioevo le radici di queste piante erano usate per la preparazione di filtri amorosi. I Greci la chiamavano kosmosandalon, "sandalo del mondo", a causa della forma del labello che può ricordare la punta di una scarpa.

concimazione


durante la fase vegetativa, in primavera e in estate, questa orchidea va fertilizzata spesso utilizzando prodotti specifici e seguendo le indicazioni del prodotto

irrigazione


le irrigazioni devono essere regolari e assidue e consentire il mantenimento dell'umidità del substrato specie in estate, durante l'inverno devono essere meno frequenti

potatura


eliminare le parti secche o danneggiate

malattie


può subire attacchi da parte di cocciniglie

particolarità


data l'estrema variabilità degli ambienti di provenienza anche le esigenze colturali sono diversificate

temperatura


non sopporta il freddo, evitare di scendere sotto i 15°C, per il caldo non ci sono problemi, resiste bene fino ai 35°C

rinvaso


utilizzare sempre dei contenitori adatti

substrato


scegliere un substrato per orchidee epifite, oppure, preparare un miscuglio con corteccia sminuzzata, sfagno, sabbia e ghiaia fine. Il terreno deve essere sempre ben drenato.

propagazione


per divisione dei cespi o per talea

clima


temperato

durata


perenne

origine


America centrale, Brasile