X

descrizione generale

orchidea dai fiori di grandi dimensioni, oltre i 30 cm, robusti e di colore bianco con la parte più bassa dotata di venature violacee. Le specie epifite hanno l'apparato radicale ricoperto da velamen. Questa sostanza è utilissima per l'assorbimento dell'acqua ed in generale delle particelle di umidità.

esposizione

deve essere coltivata con molta luce evitando però i raggi del sole diretti

fioritura

presenta fioriture primaverili

concimazione

somministrare del fertilizzande liquido per orchidee seguendo le indicazioni sul prodotto

irrigazione

D'estate deve essere annaffiata abbondantemente, d'inverno bisogna interrompere le irrigazioni. In serra le piante dovrebbero essere mantenute costantemente umide durante la crescita, riducendo poi gradatamente le annaffiature quando le nuove vegetazioni sono mature. Un'umidità costante su valori intorno all'80% in estate, per poi passare ai 60% in inverno, è la scelta ideale per ottenere una crescita equilibrata.

potatura

eliminare le parti sfiorite

malattie

Sono soggette ad attacchi di ragnetto rosso e cocciniglia da combattere con appositi aficidi ed anticoccidici.

particolarità

Fioriscono solo se sono pienamente rispettate le condizione di coltivazione adatte. Considerata l'estrema variabilità delle specie, si consiglia di avere chiare informazioni sulla tipologia della pianta che vi interessa.

temperatura

Resiste molto bbene al caldo, in inverno non scendere sotto i 20°C.

rinvaso

Si possono rinvasare in primavera.

substrato

scegliere un substrato per orchidee

propagazione

Avviene usando i cespi ingrossati che devono essere divisi e successivamente riposti in cassette con lo stesso terriccio di coltivazione. Quando i germogli mettono le radici si possono rinvasare.

NOMENCLATURA

Euanthe sanderiana
orchidaceae
orchidea euanthe

DATI GENERICI

luce filtrata

fiorita: primavera-estate

erbacea

temperato caldo

perenne

media

Filippine

CURIOSITA'

ARTE

L'estrema bellezza di questi fiori ha evocato il simbolo dell'armonia e dell'estrema perfezione spirituale.

STORIA

Nell'antica Cina erano considerate fiori i grado di allontanare influenze nefaste, in particolare la sterilità. Nel Medioevo le si attribuivano proprietà fecondatrici di cui parlavano gli antichi.

LETTERATURA

La stupefacente bellezza di questi fiori ha evocato il simbolo dell'armonia e dell'estrema perfezione spirituale. I Greci la chiamavano kosmosandalon ossia "sandalo del mondo", per il tipico labello rigonfio che si ritrova in molte specie spontanee. Una leggenda narra del giovane ermafrodito Orchide, che era disperato perchè il suo sensualissimo aspetto lo rendeva strano agli occhi degli altri e perciò veniva rifiutato da tutti. La sua ambiguità si rifletteva anche nel carattere: talvolta timido e schivo come una ninfa, talaltra aggressivo e lussurioso come il Dio Pan. Un giorno, per la disperazione, si gettò da una rupe. In seguito, dal suo sangue spuntarono moltissimi fiori, diversi gli uni dagli altri, ma tutti simili nella fastosa e bizzarra sensualità.