orchidaceae

orchidea lycaste

lycaste

orchidea lycaste

lycaste

specie epifite o litofite, decidue o sempreverdi, le foglie sono di forma oblungo-lanceolata con nervature verde intenso. Queste piante producono fiori portati singolarmente su un peduncolo eretto e robusto e possono essere multicolori. Le specie epifite hanno l'apparato radicale ricoperto da velamen. Questa sostanza è utilissima per l'assorbimento dell'acqua ed in generale delle particelle di umidità.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

luce filtrata

fiorita: primavera-estate

erbacea

temperato

perenne

media

Messico meridionale, Costa Rica, Panama, Perù

esposizione


predilige una zona ben illuminata della casa ma non luce eccessiva, meglio se filtrata.

fioritura


la fioritura si presenta in primavera -estate. I fiori, dal labello molto piccolo, sono solitari, cerosi e profumati

arte


L'estrema bellezza di questi fiori ha evocato il simbolo dell'armonia e dell'estrema perfezione spirituale.

letteratura


Una leggenda narra del giovane ermafrodito Orchide, che era disperato perchè il suo sensualissimo aspetto lo rendeva strano agli occhi degli altri e perciò veniva rifiutato da tutti. La sua ambiguità si rifletteva anche nel carattere: talvolta timido e schivo come una ninfa, talaltra aggressivo e lussurioso come il Dio Pan. Un giorno, per la disperazione, si gettò da una rupe. In seguito, dal suo sangue spuntarono moltissimi fiori, diversi gli uni dagli altri, ma tutti simili nella fastosa e bizzarra sensualità.

segnalazioni


storia


La prima Lycaste, la Lycaste locusta, è stata scoperta dagli spagnoli in Perù nel 1700. Nel Medioevo, come a tutte le orchideaceae, le si attribuivano proprietà fecondatrici di cui parlavano gli antichi.

viaggio


La Lycaste skinneri alba dal 1934 è stata dichiarata il fiore nazionale del Guatemala.

concimazione


utilizzare del fertilizzante per orchidee seguendo attentamente le istruzioni del prodotto, in generale però è bene concimarle spesso ma con quantità esigue.

irrigazione


mantenere il substrato e l'ambiente di coltivazione sempre leggermente umido, le specie decidue possono essere irrigate molto meno durante la fase di riposo. E' importante non lasciare mai asciugare completamente il substrato in quanto si avrebbe una eccessiva concentrazione dei sali minerali. Sarebbe opportuno che dopo un certo numero di concimazioni (4 o 5) si proceda ad una innaffiatura senza concime in modo da risciacquare il substrato ed abbassare la concentrazione salina.

potatura


eliminare le parti sfiorite

malattie


Sono soggette ad attacchi di ragnetto rosso e cocciniglia da combattere con appositi aficidi ed anticoccidici. Un buon segnalatore delle condizioni di illuminazione sono le foglie: se queste appaiono deboli e si piegano facilmente vuol dire che l'illuminazione non è sufficiente viceversa se compaiono macchie brune sulle foglie vuol dire che la luce è eccessiva.

particolarità


Fioriscono solo se sono pienamente rispettate le condizione di coltivazione adatte. Considerata l'estrema variabilità delle specie, si consiglia di avere chiare informazioni sulla tipologia della pianta che vi interessa.

temperatura


tollerano anche temperature inferiori ai 15°C ma non per periodi troppo prolungati. La temperatura massima non dovrebbe superare i 30°C. Durante la stagione autunnale è molto importante che la pianta viva delle notevoli escursioni termiche perchè poi riesca a fiorire in futuro.

rinvaso


rinvasare in primavera scegliendo sempre contenitori o supporti adatti.

substrato


utilizzare della cortecica, oppure, preparare un substrato composto da corteccia sminuzzata, sfagno e terriccio di foglie

propagazione


Avviene in occasione del rinvaso, si possono moltiplicare mettendo a dimora, in un substrato simile a quello di coltura, gli pseudobulbi più vigorosi staccati dalla pianta madre. Generalmente la fioritura si ottiene solo dopo 3-4 anni.

clima


temperato

durata


perenne

origine


Messico meridionale, Costa Rica, Panama, Perù