orchidaceae

orchidea Paphiopedilum henryanum

Paphiopedilum henryanum

orchidea Paphiopedilum henryanum

Paphiopedilum henryanum

orchidea terrestre, sprovvista di pseudobulbi e dalle foglie coriacee e persistenti di lunghezza variabile, si originano da rizoma e si dispongono a ventaglio. I fiori sono singoli, variamente colorati, con il sepalo dorsale da ovale a tondeggiante, che spesso presenta i lati ripiegati all'indietro. Questa varietà presenta un labello viola intenso molto decorativo

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

luce filtrata

fiorita: primavera-estate

erbacea

temperato

perenne

media

Asia, Cina, India, Filippine

esposizione


vive bene anche in condizioni di illuminazione non ottimali, evitare accuratamente il sole diretto. Mantenere lontano da fonti di calore artificiali

fioritura


fiorisce in primavera-estate

arte


da questa specie sono state ottenute molte varietà differenti, alcune di queste particolarmente adatte alla coltivazione in appartamento.

letteratura


la bellezza di questo fiore evoca il simbolo dell'armonia e della perfezione spirituale. Il nome di questa specie deriva dal greco "Paphie", uno degli attributi di Afrodite, e "pedilon", sandalo, a causa della forma del labello. Una leggenda dell'epiro narra di un giovinetto di nome Orchide, dall'aspetto bellissimo ma ermafrodito, anche il suo carattere era ambiguo. Un giorno si gettò in un dirupo per la disperazione del suo stato e dal suo sangue nacquero molto fiori, uno differente dall'altro ma simili per la bizzarra sensualità.

storia


L'origine del nome deriva da Paphos, una città cipriota secondo la leggenda città natia della dea Afrodite (Venere), e Pedilon che significa ciabatta, pantofola, meglio nota come "Scarpetta di Venere" in riferimento alla particolare forma del labello dei suoi magnifici fiori. gli ateniesi cantavano le lodi agli Dei con la fronte incoronata di Orchidee. In Cina erano associate allae festività primaverili e per scongiurare l'infertilità e la sterilità. Nel Medioevo venivano preparati dei filtri d'amore propprio con le radici di queste piante. Per i Greci l'orchidea è il sandalo del mondo perchè il labello figonfio ricorda la punta di una scarpetta.

concimazione


bassi dosaggi di fertilizzante per orchidee.

irrigazione


non necessita molta umidità, intervenire con regolarità, senza eccessi, durante la bella stagione, diminuire leggermente in inverno.

malattie


non sono una specie particolarmente soggetta a lle malattie ma temono il ragnetot rosso che colpisce in caso di condizioni climatiche eccessivamente secche.

particolarità


Le piante non devono essere troppo vicine tra di loro e le bagnature dovranno essere effettuate la mattina in modo che le foglie abbiano abbastanza tempo per asciugarsi prima che arrivi la notte.

temperatura


La temperatura non deve scendere sotto i 18°C, sopporta bene il caldo ma la temperatura ideale si aggira attorno ai 22°C. Evitare la vicinanza ad una fonte di calore

segnalazioni


rinvaso


da effettuare quando necessario in primavera, prima della ripresa vegetativa.

substrato


scegliere un terriccio dedicato epr orchidee, oppure, a seconda della specie preparare un miscuglio che sia addatto. Alcune prediligono terreni umidi, ricchi di sostanza organica, altre substrati più sassosi ed aridi. La caratteristica costante è l'ottimo drenaggio.

propagazione


Tutte le specie di Paphiopedilum sono in natura in via di estinzione e bisogna sempre accertarsi che le piante che si comperano siano riprodotte artificialmente.

clima


temperato

durata


perenne

origine


Asia, Cina, India, Filippine
scarpetta di venere
Cypripedium,paphiopedilum
Sandalo di Afrodite
Paphiopedilum insigne var. sanderae