orchidaceae

orchidea pescatorea

pescatorea

orchidea pescatorea

pescatorea

orchidea epifita, priva di pseudobulbi, la pianta forma una rosetta a ventaglio con le sue lunghe foglie arcuate, strette e sottili, di colore verde chiaro, di consistenza piuttosto ruvida e e percorse da una profonda venatura centrale. Dutante l'autunno e l'inverno, all'apice di corti fusti sottili alla base del fogliame, sbocciano grandi fiori singoli, di colore bianco, con venature o macchie di colore rosa, blu o viola, talvolta con labello di colore contrastante. I numerosi ibridi hanno spesso colori molto sgargianti, macchiati di bianco. I petali sono carnosi, cerosi e spessi, talvolta lucidi; questi fiori emanano un delicato profumo.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

luce intensa

fiorita: autunno

erbacea

temperato

perenne

media

America centrale

esposizione


esporre in una zona molto luminosa della casa ma protetta dall'irradiamento solare diretto

fioritura


la fioritura si presenta dall'autunno all'inverno

arte


L'estrema bellezza di questi fiori ha evocato il simbolo dell'armonia e dell'estrema perfezione spirituale.

letteratura


La stupefacente bellezza di questi fiori ha evocato il simbolo dell'armonia e dell'estrema perfezione spirituale. I Greci la chiamavano kosmosandalon ossia "sandalo del mondo", per il tipico labello rigonfio che si ritrova in molte specie spontanee. Una leggenda narra del giovane ermafrodito Orchide, che era disperato perchè il suo sensualissimo aspetto lo rendeva strano agli occhi degli altri e perciò veniva rifiutato da tutti. La sua ambiguità si rifletteva anche nel carattere: talvolta timido e schivo come una ninfa, talaltra aggressivo e lussurioso come il Dio Pan. Un giorno, per la disperazione, si gettò da una rupe. In seguito, dal suo sangue spuntarono moltissimi fiori, diversi gli uni dagli altri, ma tutti simili nella fastosa e bizzarra sensualità.

concimazione


utilizzare del fertilizzante per orchidee a dosi minime.

irrigazione


annaffiare con regolarità mantenendo sempre il substrato leggermente umido; in generale necessitano di un'umidità ambientale elevata

potatura


eliminare le parti sfiorite o danneggiate

malattie


Può essere soggetta ad attacchi da cocciniglia. Questi insetti vanno eliminati con del cotone imbevuto di alcol, trattare successivamente con anticoccidico. Gli afidi possono provocare deformazioni di foglie e pseudobulbi, quindi, se necessario trattare con aficidi. Le basse temperature possono favorire l'attacco degli afidi.

particolarità


Questa specie è piuttosto facile da coltivare anche per i principianti.

temperatura


la temperatura non deve scendere sotto i 16°C, proteggere dal caldo eccessivo d'estate

segnalazioni


rinvaso


Durante la stasi vegetativa indicativamente ogni 3 anni. Dopo la rinvasatura si consiglia di non annaffiare le piantine per due settimane.

substrato


scegliere un substrato dedicato per orchidee, oppure, preparare un miscuglio di sfagno, torba, sabbia.

propagazione


Si può effettuare la divisione dei cespi di foglie; le nuove piante si rinvasano subito in contenitore singolo; in genere le divisioni si praticano in primavera inoltrata.

clima


temperato

durata


perenne

origine


America centrale