orchidaceae

orchidea stanhopea

stanhopea

orchidea stanhopea

stanhopea

orchidea epifita caratterizzata da racemi penduli che nascono rivolti verso il basso e si accrescono per fuoriuscire dalla parte inferiore della base della pianta.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

luce intensa

fiorita: tutto l'anno

erbacea

temperato

perenne

media

America centrale e meridionale, in particolare in Messico

esposizione


la pianta deve essere esposta in una zona molto luminosa della casa, lontano dai vetri della finestra o da fonti di calore che seccano eccessivamente l'aria

fioritura


i fiori durano qualche giorno ma le fioriture possono presentarsi durante tutto l'arco dell'anno, la stagione prediletta è l'estate.

arte


Nel linguaggio dei fiori le orchidee sono simbolo di raffinatezza, eleganza e sensualità. la bellezza di questi fiori ha evocato il simbolo dell'armonia e della perfezione spirituale. l'orchidea è mitica grazie alla sua perfezione, è l'immagine della bellezza assoluta. E' il simbolo dell' eterna giovinezza, grazie alla sua eccezionale durata di vita e fioritura.

letteratura


L'etimologia del suo nome deriva da Philip Henry Stanhope, presidente della Società Medico-Botanica di Londra dal 1829 al 1837.

storia


Nell'antica Cina le orchidee erano associate alle festività primaverili, ed in particolare avevano la funzione di allontanare la sterilità. Il medico Dioscoride consigliava di mangiarne i tuberi proprio come rimedio contro la sterilità. Nel medioevo le radici di queste piante erano usate per la preparazione di filtri amorosi. I Greci la chiamavano kosmosandalon, "sandalo del mondo", a causa della forma del labello che può ricordare la punta di una scarpa.

concimazione


utilizzare del fertilizzante dedicato epr orchidee epifite.

segnalazioni


irrigazione


annnaffiare con abbondanti dosi d'acqua a temperatura ambiente e priva di calcare. Il substrato non si deve mai asciugare completamente. In estate è buona pratica affiancare alle annnaffiature delle nebulizzazioni di acqua piovana o demineralizzata, per mantenere elevata l'umidità ambientale, in inverno è opportuno diminuire gradualmente gli interventi.

potatura


eliminare le parti secche.

malattie


e' abbastanza resistente alle malattie, se coltivata in modo corertto, tuttavia, può subire attachci da parte delle cocciniglie.

particolarità


proteggere le foglie dai raggi diretti del sole perchè si possono facilmente bruciare.

temperatura


non scendere oltre i 15°C, sopporta bene il caldo. Evitare gli sbalzi termici improvvisi e le correnti d'aria fredda. Le fresche temperature notturne però sono un ottimo stimolo per il processo di fioritura.

rinvaso


in primavera, quando è necessario

substrato


scegliere un composto costituita da corteccia sminuzzata, sfagno e argilla, fibre vegetali, o altro materiale incoerente. Mantenere un drenaggio molto elevato.

propagazione


per propagarle è possibile fare la divisione degli pseudobulbi, lasciando ad ogni porzione un numero di pseudobulbi sufficiente e radici vigorose.

clima


temperato

durata


perenne

origine


America centrale e meridionale, in particolare in Messico
Ginepro nano
Juniperus nana
filadelfo inodorus
Philadelphus inodorus
solanum rantonnetii
Solanum rantonnetii
geranio capitatum
Pelargonium capitatum
Calamo aromatico
Acorus calamus L.
camomilla
Camomilla
Solanum nigrum
Solanum nigrum
orchidea phalaenopsis
Phalaenopsis
Aloe arborescens
Aloe arborescens Miller.
Prunus armeniaca
Prunus Armeniaca