asteraceae

Matricaria recutita

Matricaria recutita

Matricaria recutita

Matricaria recutita

Pianta erbacea meglio conosciuta con il nome popolare di Camomilla, puo' raggiungere un' altezza di 50-80 cm. Il suo portamento è eretto ed il fusto è sottile, non peloso e ramificato. Le foglie sono sessili, alterne, a contorno lanceolato. I fiori sono riuniti in piccoli capolini che hanno un diametro di 10-17 mm. e presentano un involucro costituito da brattee verdi, obovato-lanceolate, ed un ricettacolo di forma emisferica o conica, glabro e cavo all'interno, il che conferisce al disco interno una certa convessità che si evidenzia molto quando i fiori del raggio si reclinano verso il basso. I capolini sono costituiti da fiori centrali tubulari, gialli, ermafroditi, e fiori esterni, ligulati, bianchi e femminili. Il frutto è un achenio arquato, un frutto secco indeiscente che racchiude un unico seme che non aderisce al tegumento ed è pivo di pappo.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera-estate

erbacea

temperato

annuale

media

Europa, Asia

esposizione


vive bene in pieno sole

fioritura


fiorisce in primavera e in estate

medicina


i capolini fioriti si recidono al principio della fioritura, si essicano all'ombra per creare la droga. Ha proprietà calmanti, antispasmodiche, eupeptiche, antinfiammatorie, carminative, febbrifughe, sudorifere, antisettiche. E' utilizzata in particolare per disturbi infiammatori del tratto gastri intestinale associati a spasmi.

storia


il termine Latino Matricaria, derivante da Mater, fa riferimento al fatto che era utilizzata in passato per la cura di disturbi ginecologici della matrice, cioè l'organo femminile. La Camomilla era già conosciuta dagli antichi Egizi, che l'avevano consacrata al dio sole. Ai tempi di Dioscoride e Galeno si ricorreva spesos ai capolini della Camomilla per favorire la sudorazione, calmare i dolori e i nervi attraverso infusi, oli.

concimazione


utilizzare dello stallatico ben maturo per arricchire il terreno

irrigazione


se coltivata in vaso deve essere annaffiata regolarmente durante le bella stagione, in piena terra solo quando ci sono periodi troppo siccitosi.

segnalazioni


malattie


non è soggetta a nessuna malattia in particolare

temperatura


predilige un clima mite

substrato


tollera anche terreni piuttosto poveri, è un'essenza rustica

propagazione


per seme in primavera

clima


temperato

durata


annuale

origine


Europa, Asia