pteridaceae

capelvenere

adiantum capillus

capelvenere

adiantum capillus

felce sempreverde alta fino a 70 cm., l'apparato radicale è rizomatoso, le fronde sono eleganti e leggerissime. Le foglie di forma cuneiforme si presentano su di un rachide scuro e lucente.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

luce filtrata

------ verde ------

cespugliosa

temperato e tropicale

perenne

media

Europa, America del nord e del sud, Africa

esposizione


predilige una zona a media illuminazione, evitare i raggi diretti del sole. Vive bene anche in una zona piuttosto buia della casa.

fioritura


non presenta fioritura significativa

arte


questa è una delle più belle ed eleganti piante adatte alla vita in appartamento.

medicina


In passato fu utilizzata nelle malattie dell'apparato respiratorio come espettorante, emolliente e leggermente sudorifera. Le fronde si possono raccogliere in estate per creare la droga che contiene tannini e mucillagini. Ha proprietà diaforetiche espettoranti ed eupeptiche. Oggi, come pianta medicinale, è poco sfruttata.

letteratura


Questa speciale pianta era consacrata a Plutone, in particolare per la sua predilezione verso i luoghi poco illuminati. Un legame era riconosciuto anche con le Ninfe delle acque, in particolare al mito della ninfa Driope.

segnalazioni


storia


la pianta è conosciuta con il nome di capelvenere proprio grazie alla leggerezza delle sue fronde che ricordano la chioma della dea della bellezza Venere.

concimazione


Durante il periodo che va da marzo ad ottobre è consigliabile aggiungere del fertilizzante per piante verdi all'acqua delle annaffiature, ogni due settimane circa

irrigazione


Abbondanti e regolari in estate e durante tutto il periodo vegetativo, infatti il terreno va mantenuto sempre umido; con l'arrivo dei primi freddi è meglio diminuire le annaffiature, e fornire acqua una volta ogni 10-15 giorni, attendendo che il terreno asciughi un poco prima di annaffiare ancora. Se, però, la pianta è tenuta in luogo riscaldato è opportuno annaffiarla più spesso. Per contribuire a mantenere il giusto grado di umidità ambientale, nebulizzare regolarmente con acqua a temperatura ambiente e priva di calcare.

potatura


eliminare le parti danneggiate

malattie


la pianta non viene colpita da particolari malattie ma è piuttosto delicata, pertanto devono essere rispettate le condizioni di coltivazione.

particolarità


devono essere rispettate le sue esigenze in fatto di umidità. Per proteggerla dai raggi del sole se vive vicino ad una finestra usare sempre una tenda. in casa una volta scelta la posizione è opportuno non sottoporre la pianta a nuovi spostamenti, a meno che non notiate delle gravi insofferenze della pianta. Se la pianta si secca taglatela rasosulo e spruzzatela due volta al giorno con acqua tiepida.

temperatura


Teme il freddo invernale, quindi va tenuta in casa, anche se non ama particolarmente il caldo secco del riscaldamento. E', quindi, opportuno porla in una stanza della casa non troppo riscaldata, ricordandosi di aumentare il tasso di umidità atmosferica vaporizzando, almeno una volta alla settimana, con acqua distillata. La temperatura ideale si aggira intorno ai 18°C

rinvaso


In primavera quando necessario circa 1-2 anni. Nel sottovaso è bene mettere della ghiaia in modo che l'acqua che ristagna non venga a contatto con il terriccio e l'apparato radicale.

substrato


predilige terreni calcarei e umidi, va molto bene un miscuglio di torba e sabbia.

propagazione


si riproduce tramite suddivisione dei cespi che va fatta in primavera, oppure, semina delle spore in marzo-aprile

clima


temperato e tropicale

durata


perenne

origine


Europa, America del nord e del sud, Africa
aechmea
aechmea fasciata
roselline
Rose mini
gelsomino
Trachelospermum jasminoides
Pervinca rosea
Catharanthus roseus
geranio crispum
Pelargonium crispum
adiantum fragrans
Adiantum fragrans
geranio a farfalla
Pelargonium grandiflorum
geranium pratense
Geranium pratense
geranio tomentosum
Pelargonium tomentosum
ciclamino
Cyclamen persicum