palme

camedorea

chamaedorea

camedorea

chamaedorea

pianta d'appartamento molto resistente, può superare di poco il metro di altezza. Presenta un fusto unico, eretto, e foglie pinnate riunite in gruppi alterni.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

luce intensa

------ verde ------

arbustiva

temperato

perenne

media

Messico, Guatemala

esposizione


Predilige posizioni molto luminose ma non il sole diretto, resiste anche in zone semi ombreggiate ma mediamente luminose. la condizione migliore è la luce filtrata da una tenda leggera.

fioritura


non presenta fioritura quando coltivata alle nostre latitudini, nel suo habitat naturale fiorisce in natura da giugno a ottobre con un'infiorescenza infrafoliare

storia


questa specie è conosciuta anche con il nome volgare di palma della fortuna.

concimazione


Concime liquido seguendo le indicazioni del produttore non troppo frequentemente

irrigazione


Si consiglia di mantenere un'umidità costante durante l'estate, annaffiando abbondantemente ma evitando ristagni d'acqua. Con la stagione fredda le annaffiature vanno diradate; sono opportune, inoltre, frequenti spruzzature alle foglie per ricreare una atmosfera umida intorno alla pianta.

segnalazioni


potatura


E' sufficente eliminare le foglie ingiallite e cimare quelle che presentano gli apici scuri. Non tagliare assolutamente la gemma apicale. Per mantenere il fogliame bello e lucido è opportuno usare un panno umido per togliere la polvere, in estate si può anche mettere la pianta sotto l'acqua piovana. Se le punte delle foglie sono scure tagliatele appena sopra la parte sana. Quando le foglie muoiono è necessario asportarle subito, tagliandole il più possibile vicino al fusto.

malattie


Può essere soggetta ad attacchi di acari: se sulle foglie vediamo comparire piccole macchiette gialle, che poi diventano nere, trattiamo la pianta con acericidi. Se riusciamo a mantenere l'umidità elevata, possiamo prevenire questi attacchi. Le spruzzature di acqua non devono mai essere effettuate in pieno sole per evitare che si formino delle macchie fogliari. In generale se le fronde si seccano ed avvizziscono significa che c'è troppo caldo: è bene spostare la painta in luogo più fresco e spruzzare le foglie con acqua tiepida. Se vi è troppa siccità le punte delle foglie si scuriscono.

particolarità


questa pianta si adatta molto bene anche ad una coltivazione in idrocoltura.

temperatura


Si consiglia di non scendere sotto i 13°C in inverno. Non patisce il caldo ma predilige una posizione fresca, con 18°-20° C circa. Evitare le correnti d'aria fressa, gli sbalzi termici improvvisi e la vicinanza a fonti di calore.

rinvaso


rinvasare durante il mese di maggio utilizzando un vaso dal diametro solo leggermente più ampio del precedente

substrato


utilizzare un miscuglio di terra, torba e sabbia divise in parti uguali.

propagazione


si moltiplica solo per seme.

clima


temperato

durata


perenne

origine


Messico, Guatemala
chamedorea
Chamaedorea seifritzii
Areca
Areca catechu
capelvenere
adiantum capillus
Dracaena Marginata
Dracaena Marginata
Porcellana africana
Portulacaria afra Jacq.
pachira acquatica
Pachira
cinnamomum zeilanicum
cinnamomum zeilanicum
Guzmania
Guzmania
Spatiphyllum
Spathiphyllum
portulacaria afra
Portulacaria afra