X
LeMiePiante.itRating: [0 su 5.0]

descrizione generale

Pianta fiorita, può essere annuale o perenne secondo la specie. Coltivabile in esterno o in vaso senza particolari difficoltà. La specie Helianthus annuus o Girasole è la più diffusa, possiede un fusto eretto e può raggiungere i 3 metri di altezza; solo rarmente è ramificata nella parte superiore. Le foglie sono peduncolate, cordate ed irregolarmente seghettate. I fiori sono grandi capolini (calatidi)reclinati con disco centrale marrone e ligule gialle. Alla fioritura seguono i frutti.

esposizione

Se possibile per qualsiasi tipo di coltivazione esporre in pieno sole.

fioritura

Fioritura solo estiva, da agosto ad ottobre.

concimazione

Non è da segnalare l'esigenza di concimi particolari

irrigazione

Non vanno bagnate spesso, lasciare asciugare leggermente il terreno tra un`annaffiatura e l`altra. Da evitare assolutamente ristagni d`acqua. Possono sopportare anche un breve periodo di siccità.

potatura

Eliminare le parti danneggiate e i fiori appassiti

malattie

E' importante proteggere la pianta dalle limacce utilizzando prodotti a base di metaldeide. Le malattie fungine più coomuni sono la muffa grigia e la riggine da trattare con appositi prodotti funghicidi.

particolarità

In esterni adatta a qualsiasi tipo di coltivazione, in vaso coltivabile per terrazzi e balconi.

temperatura

Si consiglia, se coltivati in vaso, di non scendere sotto i 12-14°. Temono gli abbassamneti di temperatura fuori stagione.

rinvaso

Dipende dal tipo di specie coltivata

substrato

Qualsiasi terreno in esterno, in vaso utilizzare un composto con prevalenza di torba

propagazione

Tramite suddivisione dei cespi a fine primavera oppure per semina ad aprile. Seminare direttamente a dimora in un substrato che garantisca un ottimo drenaggio.

NOMENCLATURA

Helianthus annuus
Compositae
Girasole

DATI GENERICI

pieno sole
fiorita: estate
erbacea
Temperato caldo
Annuale o perenne
media
America del nord, in particolare nelle regioni meridionali.

CURIOSITA'

ARTE

E' il simbolo solare per eccellenza ma ha anche ispirato messaggi particolari: inviarne un mazzo poteva significare, nel linguaggio dei fiori, accusare di falsità. In realtà questo è un fiore che ispira giocondità e gioia. In alcune popolazioni il suo simbolo ornava i copricapi di sacerdotesse e sacerdoti.

STORIA

Pianta scoperta in Perù da Hernando Pizarro che ne portò i semi in spagna per donarli a Filippo II. Nella civitlà Inca era considerato il simbolo della sovranità; la personificazione terrena del Sole divino. I sacerdoti Incas gli attribuivano poteri magici poichè avevano osservato che i semi erano disposti lungo tre serie di spirali che si svolgevano in senso orario. Gli Incas conoscevano le proprietà nutritive dei semi di questa pianta e sapevano ricavarne fibre dal fusto e dalle foglie.

MEDICINA

L'estratto dei petali esercita un'azione positiva nella cura della malaria ed anche sulla febbre in caso di tubercolosi polmonare. L'olio dei semi è commestibile e prezioso, per il suo contenuto di grassi non saturi, nella prevenzione dell'arteriosclerosi. Il suo seme contiene dal 35 al 55 % di olio, protidi e glucidi. La medicina Russa utilizza le foglie ed i fiori per curare malattie della gola o polmonari.

LETTERATURA

L'infiorescenza del girasole è dotata di movimento eliotropico: il fiore è sempre rivolto verso il sole, da questa proprietà deriva il nome della pianta. Per i Cinesi è uno dei simboli dell'immortalità

Tra le piante di:

ciaociaociaociaociaociaociaociaociao

Foto Dagli Album