umbelliferae

foeniculum vulgare

foeniculum vulgare

foeniculum vulgare

foeniculum vulgare

pianta erbacea dal fusto ramificato, si distingue dalle varietà di finocchio selvatico per la produzione orticola. Il finocchio selvatico è una pianta spontanea, perenne, dal fusto cilindrico, pieno, scanalato, presenta foglie verde scuro, picciolate, con alla base una guaina larga, divise in lacinie filiformi. I fiori si sviluppano da giugno ad agosto e sono piccoli, gialli, raccolti in ampie ombrelle terminali. I frutti, prima verdi e poi grigiastri sono glabri, di forma cilindrica e affusolata, e coste evidenti. Tutta la pianta è aromatica e piccante.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: estate-autunno

erbacea

temperato

perenne

media

regione mediterranee, Inghilterra, Germania, Argentina, Italia.

esposizione


esporre in pieno sole, in una zona particolarmente calda.

fioritura


fiorisce durante la bella stagione.

medicina


Si utilizzano i semi che vengono conservati in recipienti al riparo dalla luce. I costituenti principali sono olio essenziale, fencone, stragolo ed ha proprietà aperitive, e digestive, aromatiche, diuretiche, carminative, espettoranti. Si usa per migliarare l'alito, epr favorire la buona digestione, per curare l'aerofagia,

storia


Il termine foeniculum deriva da foenum che significa fieno, così definito per il caratteristico odore e per le foglie particolarmente sottili. Il finocchio selvatico era già noto al tempo dei Romani, nell'800 in Francia. In passato i semi schiacciati erano posti sulle tempie dei bambini per favorirne il sonno

segnalazioni


concimazione


utilizzare dello stallatico ben maturo per arricchire il terreno

irrigazione


intervenire regolari in estate, lasciando asciugare il terreno tra un'annaffiatura e l'altra.

potatura


a fine estate cogliere i semi e potare le piante per favorire la formazione di nuove foglie. In autunno, quando la pianta perde le foglie provvedere a pacciamare il terreno con letame maturo.

malattie


può essere soggetto a marciumi in caso di eccessi idrici o di ambiente troppo umido

particolarità


non piantare vicino al Coriandolo e all'Aneto

temperatura


predilige temperature miti, evitare le gelate. In inverno proteggere da gelo e umidità per evitare la formazione di marciumi.

substrato


Scegliere un terreno molto fertile e sempre ben drenato. Se coltivato in vaso scegliere un substrato in loam

propagazione


per semina in primavera

clima


temperato

durata


perenne

origine


regione mediterranee, Inghilterra, Germania, Argentina, Italia.
oenothera
Oenothera
bardana
Arctium lappa
Tarassaco
Taraxacum officinale
bella di notte
Mirabilis jalapa