oleacee

forsythia

forsythia

forsythia

forsythia

arbusto rustico dai rami eretti, alto fino ai 3 m., con foglie decidue, oblunghe, opposte e finemente dentate che durante l'autunno spesso assumono una colorazione violacea. I fiori, a forma di imbuto con 4 lobi, appaiono sui rami dell'anno passato, prima o contemporaneamente alle folgie, e sono raccolti in gruppi, il colore è giallo lucido ed intenso. I frutti sono delle piccole capsule. Questa pianta è molto vigorosa ed ornamentale, inoltre, la sua coltivazione è semplicissima.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera

arbustiva

temperato

perenne

grande

Asia, Europa

esposizione


Puo' essere esposta sia a mezz'ombra che ai diretti raggi del sole.

fioritura


La pianta presenta una fioritura abbondante in marzo-aprile, poco prima della comparsa delle foglie

arte


Industrialmente si coltivano le varietà per la produzione di rami legnosi fioriti, che vengono raccolti precocemente e forzati in ambiente caldo umido come per i Prunus.

concimazione


La concimazione di base va effettuata con materiale organico;nel periodo vegetativo va concimata con concime complesso

segnalazioni


irrigazione


Annaffiatura in caso di siccità, e per le piante giovani. Nel corso di estati molto torride abbondare con le irrigazioni.

potatura


Al termine della fioritura (intorno al mese di aprile) si devono asportare i rami più vecchi e accorciare quelli che hanno fiorito. Negli esemplari più giovani, successivamente alla messa a dimora, si consiglia di effettuare una potatura a circa due terzi della lunghezza dei rami per ottenere poi una migliore ramificazione.

malattie


Normalmente piuttosto resistente, può subire infestazioni da batteri, insetti e funghi, curabili con appositi medicinali o semplicemente eliminando le parti colpite. Il batterio Agrobactterium tumefaciens, provoca la formazione di rigonfiamenti (galle), in prossimità del colletto. In questo caso vanno eliminati gli esemplari colpiti.

temperatura


Resistente sia alle temperature basse che a quelle alte

substrato


Terriccio composto;terra fertile, torba e sabbia. Si adatta molto facilmente sia a terreni sciolti sia argillosi. Tollera qualunque suolo, anche calcareo; meglio se non è troppo organico poichè in questi tipi di terreno la pianta tende a vegetare molto e a fiorire poco.

propagazione


Nel mese di ottobre si ricorre al metodo delle talee legnose. Si possono sfruttare anche le propaggini, sempre in autunno; separando le piantine dalla pianta madre nell'ottobre successivo. In questo caso, la radicazione va indotta facendo un taglio sulla parte inferiore del ramo che verrà interrato.

clima


temperato

durata


perenne

origine


Asia, Europa