liliaceae

aloe peglerae

aloe peglerae

aloe peglerae

aloe peglerae

pianta succulenta con foglie lanceolate riunite a forma di rosetta. Alcune parti del tessuto di queste piante sono chiamate parenchima, grazie a queste strutture la pianta riesce a sopravvivere anche in caso di periodi siccitosi.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

luce intensa

fiorita: estate

cactacea

temperato caldo

perenne

media

Africa

esposizione


scegliere una zona molto luminosa della casa. Quando è in esterni può vivere al sole diretto; ritirarla in luogo riparato ai primi freddi, oppure, provvedere a ripararla in loco.

fioritura


In estate può presentare infiorescenze a pannocchia di colorazione rossastra. In generale le infiorescenze si presentano sugli esemplari che vivono in piena terra nel sud italia o naturalmente nelle zone d'origine

arte


Sono piante che possono vivere anche tutto l'anno in appartamento, inoltre, sono molto adatte alla coltivazione in panieri per creare delle composizioni con specie diverse.

medicina


Conosciuta da millenni, Cristoforo Colombo l'aveva chiamata "il medicinale in vaso". Infatti è sempre stata coltivata soprattutto per le proprietà terapeutiche che sono tonificanti, antinfiammatorie e cicatrizzanti per la pelle. Inoltre è in grado di regolare il metabolismo degli zuccheri e dei grassi. Dalla pianta si producono numerose creme ed idrogel. Gli usi antichi di questa pianta sono gli stessi di oggi, viene definita un vero "toccasana per tutti i mali", ma in particolare sono riconoscite le seguenti proprietà: la gelatina è utilizzata come CICATRIZZANTE, oppure, in cosmesi come TONICO per la pelle; il succo puro di Aloe Vera, assunto per via interna, depura l'organismo sia dalle tossine esogene, provenienti quindi dall'esterno, introdotte per via orale o respiratoria, che da quelle endogene, prodotte quindi direttamente dalle nostre cellule. Viene consumata anche per uno scopo puramente preventivo, infatti, stimola e riequilibra il sistema immunitario, aumentando le difese dell'organismo.

segnalazioni


storia


Definita pianta dell'immortalità dagli antichi Egizi; veniva piantata presso l'entrata delle piramidi per indicare il cammino dei Faraoni verso la terra dei morti. Persino Ippocrate (460-337 a.C.) ne decantava le proprietà rigeneranti, antinfiammatorie, disinfettanti e cicatrizzanti.

viaggio


In egitto l'Aloe viene sistemata davanti alla porta di casa per assicurarsi felicità e lunga vita.

concimazione


utilizzare dei fertilizzanti dedicati durante la stagione vegetativa, oppure dello stallatico ben maturo in piccole dosi

irrigazione


annaffiare durante le stagioni più calde con modiche quantità d'acqua priva di calcare, lasciando asciugare il terreno tra un intervento e l'altro. In inverno diminuire molto

potatura


eliminare le parti sfiorite o danneggiate

malattie


acari o cocciniglie possono colpire la pianta ma generalmente non è soggetta a nessuna malattia particolare.

particolarità


Seguire le indicazioni colturali ed evitare ristagni idrici

temperatura


tollera anche il caldo intenso, non scendere sotti i 10°C

rinvaso


utilizzare sempre un vaso solo leggermente più ampio del precedente

substrato


utilizzare del terriccio apposito per cactacee, oppure preparare un miscuglio di terra, sabbia e pietrisco per il drenaggio.

propagazione


per talea fogliere o per semina in primavera

clima


temperato caldo

durata


perenne

origine


Africa
lucky bamboo
Dracaena sanderiana
Pachyphytum oviferum
Pachyphytum oviferum
Murraya bonsai
Murraya bonsai
Euphorbia neriifolia
Euphorbia neriifolia
camassia
Camassia
fagus
fagus
dracena compacta
Dracaena
Cyathea arborea
Cyathea cooperi
Lemon grass
Cymbopogon
Cannuccia di palude
Phragmites australis - Adanson