papaveraceae

corydalis

corydalis solida

corydalis

corydalis solida

pianta con fusto glabro e pieno, con tubero arrotondato, e che presenta foglie peduncolate di colore verde glauco, doppiamente tripartite. La foglia caulina inferiore è ridotta ad una squama, il racemo fiorifero terminale, da marzo a maggio, può comporsi di una ventina di fiorellini color rosso porpora o bianco, speronati, lunghi circa tre cm. I fiori si trovano all'ascella di brattee divise in 5 lacinie.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

Penombra

fiorita: primavera

erbacea

temperato

perenne

media

europa

esposizione


esporre alla mezz'ombra o all'ombra in zona riparata dai venti

fioritura


la pianta fiorisce durante la primavera

medicina


come droga viene usato il tubero ed è usata solo in preparati prodotti indistrialmente contro stati di eccitazione di origine nervosa e disturbi del sonno. E' sconsigliato l'uso domestico

letteratura


questa pianta è conosciuta anche con il nome popolare di sprone di allodola. L'etimologia del nome scientifico deriva da un vocabolo greco (korydalis) che significa appunto "allodola" in rifermento allo sperone terminale del fiore che ricorda il dito posteriore di questi uccelli. Il suo nome potrebbe anche derivare dalla somiglianza del fiore con la cresta dell'animale.

concimazione


utilizzare dello stallatico maturo o del fertilizzante per piante fiorite seguendo le dosi indicate sul prodotto

irrigazione


intervenire regolarmente durante l'estate, diminuire gfradatamente con il calo della temperatura.

segnalazioni


temperatura


predilige un clima temeprato

substrato


terreno ricco, sciolto e ben drenato

propagazione


per semina in primavera

clima


temperato

durata


perenne

origine


europa