cistaceae

cisto

cistus

cisto

cistus

Arbusto sempreverde con aspetto tondeggiante, di facile coltivazione, è una specie polimorfa della macchia mediterranea, propria delle pendici più calde e secche. Le foglie sono vellutate e simili nel colore a quello della salvia, i fiori sono semplici, delicati ma molto ornamentali, simili nella forma alle rose selvatiche. Questi fiori durano solamente una giornata ma la fioritura è costante; solitari o in gruppi di 2 o 3, hanno sepali subeguali tra di loro; la corolla, rosa o rossa, misura 4-6 cm di diametro, con petali rotondeggianti e smarginati lunghi da 2 a 3 volte i sepali.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera-estate

arbustiva

temperato - mediterraneo

perenne

piccola

Area Mediterranea: L'area di distribuzione va dalla Sardegna, Sicilia, penisola italiana, fino alla Dalmazia, Grecia Asia minore e Palestina.

esposizione


predilige il sole pieno o al massimo la mezz'ombra

fioritura


Fiorisce a fine primavera-inizio estate, presenta diverse colorazioni.

concimazione


Utilizzare concime ternario complesso

irrigazione


Deve essere annaffiata in maniera moderata, anche se generalmente si accontentano dell'acqua piovana. L'unica accortezza è evitare che si creino ristagni d'acqua.

segnalazioni


potatura


Eliminare le parti secche, danneggiate o antiestetiche. Gli esemplari giovani possono essere cimati per favorire una ramificazione migliore.

malattie


Potrebbe essere soggetta all' attacco degli afidi

particolarità


Le foglie sonodi un colore simile a quello della salvia Evitare i ristagni d'acqua che possono essere fatali per la pianta

temperatura


In generale teme molto le basse temperature, le alte le sopporta meglio ma il clima ideale è sicuramente privo di eccessi di calore o di gelo. Le piante giovani resistono meglio al freddo rispetto a quelle più anziane. Tra le specie e gli ibridi, alcuni sono più delicati al freddo, altri arrivano a sopportare temperature molto al di sotto dello zero

rinvaso


A primavera effettuare il cambio del vaso con uno di poco più grande, mantenendo il terriccio precedente.

substrato


Predilige un terreno piuttosto povero e molto ben drenato.

propagazione


Avviene per seme in primavera e per talea semilegnosa a fine estate. A radicazione avvenuta, le talee si invasano e si fanno svernare in ambienti luminosi, al riparo da eventuali gelate. L'anno successivo, in primavera, si piantano in vasi di 12 cm circa.

clima


temperato - mediterraneo

durata


perenne

origine


Area Mediterranea: L'area di distribuzione va dalla Sardegna, Sicilia, penisola italiana, fino alla Dalmazia, Grecia Asia minore e Palestina.
erica
Calluna
nandina
Nandina
Catalpa bignonioides
Catalpa bignonioides
gelso bianco
morus alba
Santolina
Santolina
Pittosporo
Pittosporum tobira
Artemisia vulgaris
Artemisia vulgaris
gelso nero
Morus nigra
arabide
arabis
vite del canada
Ampelopsis