ranuncolacea

epatica

hepatica

epatica

hepatica

erbacea dalle foglie coriacee, trilobate e basali che appaiono dopo la fioritura, i fiori sono solitari con petali blu, azzurro brillante, rosei o bianchi. I frutti sono degli acheni contenenti piccoli semini.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

Penombra

fiorita: primavera

erbacea

temperato

perenne

piccola

Europa, Asia, nord America.

esposizione


predilige posizioni alla mezz'ombra, il sole delle ore più calde può danneggiare la pianta.

fioritura


i fiori si presentano tra marzo ed aprile

storia


L'etimologia del nome è la segiuente: il suo nome generico (Hepatica) deriva dal greco antico "hèpar" oppure "hèpatos" (= fegato), nome derivato dalla forma particolare delle foglie ma anche dal colore della pagina inferiore. Il nome specifico (nobilis) deriva dal latino notabile, noto, conosciuto, probabilmente per la "notorietà" che questa pianta aveva nel passato per le sue supposte proprietà farmacologiche. Inoltre non va dimenticato l'antico concetto della "Signatura" (principio delle affinità formali) col quale si collegava certi effetti terapeutici sul fegato con il colore della pagina inferiore delle sue foglie. Il nome comune più diffuso è Erba trinità che deriva dal Medioevo. A quell'epoca, negli affreschi di carattere religioso, le foglie di questa pianta servivano a simboleggiare uno dei dogmi cristiano-cattolici relativi alla natura di Dio.

concimazione


utilizzare dello stallatico maturo per fertilizzare il terreno, oppure del fertilizzante liquido seguendo le indicazioni del prodotto. Una composta di foglie è ottima per aumentare la sostanza organica.

irrigazione


intervenire mantenendo il terreno sempre leggermente umido

segnalazioni


temperatura


predilige un clima piuttosto fresco, non tollera il caldo eccessivo.

substrato


predilige terreni ricchi di humus, sciolti e drenanti.

clima


temperato

durata


perenne

origine


Europa, Asia, nord America.