ericaceae

erica carnea

erica carnea

erica carnea

erica carnea

piccolo arbusto fiorito dal fusto con il portamento strisciante. L'altezza può raggiungere i 40 cm. Le folgie sono aghiformi di colore verde molto scuro. Forma dei cuscini fioriti. I fiori riuniti in grappoli apicali sono di colore rosa più o meno sfumato. Forma della corolla richiama una botte ed è formata dalla fusione dei singoli petali fra loro

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: inverno

tappezzante

temparato freddo

perenne

media

Europa

esposizione


predilige il peino sole

fioritura


fiorisce in inverno

arte


Probabilmente il suo habitat ha ispirato al vocabolario ottocentesco dei sentimenti il simbolo della solitudine, infatti donare l'erica equivale a chiedere un po' di affetto e compagnia; ma è simbolo anche di Speranza in quanto riesce a crescere là dove nessuna pianta fiorirebbe. Infatti gli animi oppressi da malinconia amavano errare nella solitaria e scarna brughiera dove fiorisce e il suo profumo ed il suo colore infondeva nello spirito uno spiraglio di speranza. Nel calendario astrale delle essenze l'erica, che appartiene al segno dello Scorpione, addolcisce il carattere, attenua la passionalità, favorisce l'aumento della volontà e della perseveranza

medicina


Le parti fiorite sono utilizzate come droga perchè hanno proprietà diuretiche assai potenti e servono per la preparazione di tisane urinarie. Hanno inoltre azione antisettica dovuta alla presenza di arbutina; sono usati in casi di cistiti, specie quelle prostatiche, preferiti ad altri preparati, in quanto non tossici. Le sommità fiorite finemente tritate possono essere utilizzate per preparare una maschera decongestionante per il viso. Non presenta alcun impiego alimentare

letteratura


La Calluna vulgaris viene detta anche Brugo, da brucus, termine di origine celtica che indicava la pianta. Da brucus è poi derivato in italiano il termine brughiera, dove l'erica cresce e si sviluppa adattandosi ad un suolo povero di sostanze minerali, acido e arido

concimazione


utilizzare dello stallatico maturo o del fertilizzante liquido per piante fiorite seguendo le dosi indicate sul prodotto

irrigazione


Mantenere il terreno umido senza eccessi e ristagni d'acqua. Intervenire solo in presenza di periodo molto siccitosi

potatura


In primavera eliminare le parti secche o danneggiate

temperatura


Si consiglia di non scendere sotto i 6°-7° C

rinvaso


In primavera quando necessario, scegliere delle ciotole leggermente più ampie della precedente

segnalazioni


substrato


predilige terreni calcarei, secchi e ben drenanti

propagazione


pre semina in primavera o tramite talea primaverile

clima


temparato freddo

durata


perenne

origine


Europa
salvia
Salvia officinalis
stella di natale
Poinsettia
curcuma
Curcuma longa
Asperula
Galium odoratum
eremurus bungei
Eremurus bungei
erica calluna
Calluna vulgaris
hibiscus trionum
Hibiscus trionum
graminacee ornamentali
Calamagrostis, festuca,molinia, pennisetum, vulpia
cerastium
Cerastium Tomentosum
Achillea
Achillea millefolium