compositae

dalia

dahlia

dalia

dahlia

Pianta di facile coltivazione, erbacea con grandi foglie dal colore intenso, a margine intero o seghettato. Esistono due grandi categorie: le Dahlie da bordura , coltivate anche come fiori da recidere, e quelle da vaso o aiuola. Le specie da bordura fioriscono dall' estate fino a metà autunno e hanno un'altezza variabile tra i 50 e i 150 cm; i fiori hanno colorazioni vivacissime che variano dal rosso al rosa e dal viola al giallo e all'arancione.Le Daliette da vaso, non superano i 50 cm. ed hanno fioriture colorate in rosa, bianco, giallo, rosso e lilla.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: estate-autunno

erbacea

temperato caldo

perenne

media

Messico, America centrale

esposizione


Deve essere esposta in pieno sole

fioritura


Fiorisce a partire da luglio a inizio autunno. Il fiore si presenta in svariate forme: semplice, doppio, a palla, a forma di margherita, globoso, pompon, cactus; i colori predominanti sono il giallo e il rosso, ma non mancano varietà a petali screziati o con colori sfumati.

arte


Per Monet le varietà più apprezzabili erano Cactus, nei colori cremisi bordato oro, lilla, bianco sfumato di rosa, giallo

medicina


Il succo delle radici di Dahlia è ricco di costituenti naturali quali proteine, fosforo e potassio.

letteratura


Gothe era un grande ammiratore di questo fiore, del quale ha, in più occasioni, elogiato la bellezza. Nel linguaggio dei fiori viene associata alla gratitudine e precarietà. Così scriveva Gertrude Jekyll,delle Dahlie: "... il primo dovere nella vita della Dahlia è di far bella mostra di sé, di pavoneggiarsi, di portare i suoi magnifici fiori ben alti sopra le foglie e, per nessun motivo, deve lasciar ciondolare la testa".

storia


Dahlia deriva dal nome del botanico svedese Anders Dahl, allievo e collaboratore del grande naturalista Linneo. Questo ricercatore riuscì a riprodurle tramite semina. Questa pianta era già coltivata dagli Aztechi che la denominavano Acocotli e ne usavano i fusti come tubi per condurre l'acqua dai ruscelli di montagna ai loro villaggi. Nel 1789, arrivarono tre esemplari al giardino botanico di Madrid. A Berlino, dove giunsero nel 1804, furono denominate Georgina dal nome del botanico russo Georgi. Ancora oggi in alcune parti del nord Europa e in Russia questi fiori sono chiamati Giorgine. Fu proprio dall'Orto botanico di Berlino che la giorgina o dahlia si diffuse in tutto il vecchio continente. Iniziarono gli incroci e le ibridazioni e ben presto si contarono 2000 varietà, tutte derivate dalla prima dalia doppia, la Georgina variabilis.

viaggio


I viaggiatori europei rimanevano meravigliati dalla grande ricchezza di colori, sfumature e di forme delle Dahlie berlinesi: aperte, chiuse, semplici, doppie, stradoppie, a pompon, molto grandi o piccole.

concimazione


utilizzare del concime organico o dello stallatico ben maturo per arrichcire il terreno

irrigazione


Le Dalie sono piante molto vigorose e avide d'acqua, pertanto occorre innaffiare ripetutamente durante i mesi estivi, quando non piova, per conservare il terreno ad un giusto grado di umidità. Le annaffiature vanno ridotte a fine estate e sospese del tutto a settembre, con l'inizio delle piogge autunnali. L'acqua somministrata manualmente deve sempre essere a temperatura ambiente.

potatura


Eliminare i fiori appassiti e le parti secche o danneggiate

segnalazioni


malattie


Puo' essere soggetta a marciume alle radici, mal bianco,larve di minatori fogliari, lepidotteri e afidi che ne deformano le foglie e i fusti. Nel coltivarle bisogna prestare attenzione ad alcuni accorgimenti preventivi: non creare ristagni d'acqua e cercare di mantenere una buona distanza tra un'esemplare e l'altro. Gli eccessi di concimazione possono inoltre produrre una vegetazione troppo fitta.

particolarità


Non necessitano di cure particolari se non di molta luce

temperatura


Sopporta bene le alte temperature, meno quelle fredde

substrato


Va bene un terreno di tipo standard purchè ben concimato e drenato con sabbia

propagazione


Avviene per seme, o per divisione delle radici tuberizzate. Tali tuberi vanno conservati in una cassetta con torba e sabbia umida a temperatura variabile tra i 3° ed i 5°C. Le Daliette si seminano a primavera in cassetta con substrato leggero e umido, quando le piantine sono maneggiabili si trapiantano provvisoriamente in vaso, per poi essere messe a dimora in aiuola. Per una fioritura anticipata si possono forzare le dalie in vaso, a maggio verranno piantate all'aperto.

clima


temperato caldo

durata


perenne

origine


Messico, America centrale
gladiolo
Gladiolo
Hatiora gaertneri
Hatiora x graeseri ibrido di Hatiora gaertneri (Regel) W.
ranuncolo
Ranunculus
tulipano
Tulipa
iris bulbose
Iris
calla
Zantedeschia
roselline
Rose mini
eucomis
Eucomis
cuphea hyssopifolia
Cuphea hyssopifolia
garofano
Dianthus