Asclepiadaceae

Fiore di cera

Hoya carnosa

Fiore di cera

Hoya carnosa

Pianta fiorita da interni, oppure coltivabile in esterno a seconda della specie e se il clima lo consente. Possono essere piante cespugliose, rampicanti o striscianti. Le foglie sono carnose, opposte, alla cui ascella si trovano delle stupende ombrelle di fiori dall'aspetto porcellaneo, ceroso di forma stellare. Le specie rampicanti si aggrappano ai sostegni mediante ciuffetti di radici emesse in corrispondenza dei nodi del fusto. La specie più diffusa è la Hoya carnosa ha foglie ovali, opposte, i fiori sono bianco-rosa con il centro rosso, stellati e delicatamente profumati, appaiono riuniti in grappoli.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

luce intensa

fiorita: primavera

rampicanti

tropicale

Perenne

media

Oceania, Australia, Sud Asia.

esposizione


Posizionare la pianta in luogo molto luminoso ma al riparo dalla luce diretta del sole.

fioritura


Indicativamente verso aprile, possono continuare la fioritura per tutta la stagione. I fiori formano grappoli di 15-20 fiorellini anche profumati. La pianta fiorisce raramente prima dei due anni. Spesso accade che dallo stesso fusto la pianta emette una nuova fioritura, in questi casi, è bene eliminare i fiori secchi ma non il fusto fiorifero.

arte


i fusti si abbracciano ai supporti che le vengono forniti e possono raggiungere anche i 10 metri di lunghezza.

storia


Questo genere è dedicato ad un giardiniere del duca di Northumberland che si chiamava Thomas Hoy. Le particolari infoiorescenze di questa pianta le danno il nome comune di "fiore di cera" o "fiore di porcellana".

concimazione


Utilizzare fertilizzante liquido seguendo le indicazioni del produttore. Sono molto indicati fertilizzanti ricchi di potassio

irrigazione


Patisce particolarmente gli eccessi d'acqua, quindi, non bagnare eccessivamente; se necessario, quando l'ambiente e troppo secco spruzzare le foglie per incrementare il tasso di umidità ambientale. Quando si effettua questa operazione evitare accuratamente di bagnare i fiori ed utilizzare dell'acqua priva di calcare.

potatura


Rimuovere le parti danneggiate o i fiori appassiti. Negli esemplari adulti, la cimatura degli apici dei fusti, favorisce l'emissione di fusti laterali ed una maggiore fioritura.

malattie


Non sono segnalate particolari malattie o parassiti se le condizioni colturali sono adeguate.

particolarità


Se coltivata in interni evitare zone soggette a correnti d'aria ed una volta scelta la suia collocazione è preferibile non sottoporla a spostamenti. Annaffiare con acqua a temperatura ambiente. Non vanno mai annaffiate eccessivamente. Una particolarità della specie Hoya carnosa è la crescita dei rami nudi che successivamente si ricoprono di foglie.

temperatura


a seconda della specie sopporta abbastanza bene le basse temperature : resiste anche a circa 3°-4° circa sopra lo 0

segnalazioni


rinvaso


Quando necessario, in primavera, solo quando le radici hanno riempito completamente il vaso.

substrato


Normale, non sono richiesti terreni particolari. Se coltivata in esterni predilige terreni leggeri e non silicei.

propagazione


La facilità di radicazione tipica di queste specie rende agevole la moltiplicazione vegetativa di queste piante, per margotta o per talea. Le talee si piantano in miscele di torba e sabbia facendole radicare ad una temperatura di 16°-18°C.

clima


tropicale

durata


Perenne

origine


Oceania, Australia, Sud Asia.
Hoya carnosa compacta
Hoya carnosa compacta 'krinkle kurl'
orchidea
Phalaenopsis
Medinilla magnifica
Medinilla magnifica
Falangio
Chlorophytum comosum
Hoya compacta
Hoya compacta 'Hindu Rope'
hypoestes
Hypoestes
euphorbia pseudocactus
Fanerogame
alocasia
Alocasia
kentia
Howea forsteriana
euphorbia pulcherrima
Euphorbia Pulcherrima