Iridaceae

iris

Iris

iris

Iris

Pianta fiorita da esterni di facile manutenzione e facile reperibilita presente in un numero di varietà cospicuo. Ha foglie sottili, allungate che appaiono disposte a ventaglio, il colore è opaco oppure lucido dal verde al grigiastro. In floricultura gli Iris sono suddivisi principalmente in due gruppi: rizomatosi e bulbosi, i primi sono molto più diffusi.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

Penombra

fiorita: primavera-estate

bulbosa

Alcune specie sopportano un clima rigido altre temperato

Perenne

media

Europa, emisfero boreale.

esposizione


A seconda della specie da pieno sole a leggera ombra. Sempre riparata da correnti d'aria per preservare la bella fioritura.

fioritura


Inizia a fiorire in primavera fino quasi all'autunno. Il fiore è simmetrico, la sua struttura è il tre: tre i petali interni eretti, tre i petali esterni ricadenti.

arte


Nel linguaggio dei fiori allude a molti sentimenti secondo la varietà: l'Iris di Faraone parla di fatalità; la Fimbriata di amore esaltato; la Pratense di buona nootizia; la Tuberosa di desolazione. Il fiore a dato il nome anche al colore turchino ed alla polvere usata in profumeria e derivata dal bianco Iris di Firenze.

letteratura


Narra una leggenda che Luigi VII, scorgendo in un campo degli Iris fioriti, mentre tornava da una battaglia vittoriosa, decise di farne l'emblema del suo regno. Iris si chiamava anche la messaggera degli dei, figlia di Taumante ed Elettra. Il suo ruolo era accompagnare le anime delle donne defunte nel regno dei morti. Corrado Govoni celebrò questo fiore in una poesia come orchidea dei poveri. "I celesti giuggioli sono i fiori più belli della terra, vere orchidee dei poveri".

storia


Fu chiamato Fleur de louis per essere poi confuso con Fleur de Lis, il fiore del Giglio: nel medioevo si iniziò a considerare come fiore simbolo della monarchia francese, non l'Iris, ma il Gilio. Lo stesso errore si è commesso con l'emblema di Firenze, dove tuttavia ogni anno, viene aperto al pubblico il giardino dell'Iris. Il suo nome botanico Iris Fiorentina lo conferma il fiore simbolo della città Medicea.

concimazione


Di media utilizzare concime complesso seguendo le indicazioni del produttore

segnalazioni


irrigazione


A seconda della specie le necessità idriche variano, in ogni caso non eccedere con l'acqua per evitare ristagni e conseguenti problemi.

potatura


Eliminare le parti secche o danneggiate

malattie


Non si segnalano malattie o parassiti particolari

particolarità


Con il nome di Iris si identificano moltissime specie con esigenze di temperatura, esposizione ed irrigazione anche molto diverse tra loro. Non richiedono particolari cure. Fondamentale per non commettere gravi errori di coltivazione è essere informati con esattezza sulla specie ed anche sulla varietà che ci interessa.

temperatura


A seconda della specie. Alcune specie vivono bene anche in inverno con temperature sotto lo zero, altre non devono avere temperature minime sotto i 10-12°C.

substrato


A seconda della specie il terreno può essere umido o asciutto. In ogni caso, per tutte le specie, deve sempre essere molto ben drenato.

propagazione


Tramite seme o per suddivisione del rizoma verso inizio primavera

clima


Alcune specie sopportano un clima rigido altre temperato

durata


Perenne

origine


Europa, emisfero boreale.
iris bulbose
Iris
dahlia
Dahlia
pratolina
Bellis perennis
primula veris
Primula veris
euphorbia milii
Euphorbia milii
Spatiphyllum
Spathiphyllum
gardenia
Gardenia jasminoides
Giacinto
Hyacinthus orientalis
iris foetida
Iris foetida
Lilium
Lilium