Asclepiadaceae

Hoodia gordonii

Hoodia gordonii

Hoodia gordonii

Hoodia gordonii

Succulenta delle Asclepiadaceae, ha fusti carnosi e cilindrici, angolari, con tubercoli disposti a spirale che terminano in corti denti; è affine ai generi Stapelia e Huernia, ma è meno coltivata di queste piante della stessa famiglia.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: estate

eretta

Mite.

Perenne.

piccola

Originaria del Sud Africa.

esposizione


Predilige posizioni in pieno sole.

fioritura


I fiori, a forma di coppa, sono bruno-rossastri e sbocciano d'estate.

irrigazione


Dalla primavera all'autunno va innaffiata regolarmente, dopo di che bisogna diradare, fino a smettere completamente d'inverno.

malattie


Questa pianta è facilmente attaccata dal marciume del colletto e, alle basse temperature, con clima umido, può contrarre muffe e malattie crittogamiche.

particolarità


Evitare di innaffiare direttamente sui fusti.

substrato


Terriccio permeabile e poroso, con terra concimata, sabbia e tritumi vari per aumentare il drenaggio, che sarà curato soprattutto attorno al colletto della pianta.

propagazione


Per moltiplicazione dei polloni da usare come talea, radicati in sabbia pura; bisogna considerare che il taglio sarà fatto asciugare perfettamente e le talee andranno semplicemente appoggiate sulla sabbia e non interrate.

clima


Mite.

durata


Perenne.

segnalazioni


origine


Originaria del Sud Africa.