Plumbaginaceae

Piombaggine auricolata

Plumbago auriculata

Piombaggine auricolata

Plumbago auriculata

Arbusto rampicante a foglie caduche, ovali, molto piccole, appuntite all'apice, sottili e di colore verde, presenta fusti sottili, semilegnosi, che possono raggiungere lunghezze vicine ai 3 m circa, ma che frequentemente vengono mantenuti più corti con potature autunnali.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: estate

rampicanti

Mite, mediterraneo.

Annuale, fruticosa o suffruticosa.

media

Pianta di origine africana.

esposizione


La pianta gradisce posizioni molto luminose, che godano per alcune ore della luce diretta del sole; se posta in pieno sole per l'intera giornata nei periodi più caldi dell'anno va leggermente ombreggiata.

fioritura


Da inizio estate a fine autunno produce numerose infiorescenze a ombrello costituite da fiorellini a cinque petali, di un bel colore azzurro cielo. Le posizioni in troppa ombra causano una carenza di fiori, mentre la luminosità solare favorisce la fioritura.

storia


Il nome del genere deriva dal latino Plumbum = piombo, riferito al colore che le foglie lasciano se compresse sulla carta.

concimazione


Dalla primavera all'autunno somministrare un fertilizzante per piante fiorite ogni 15-20, miscelato con l'acqua irrigua.

irrigazione


Necessita di annaffiature quotidiane durante i mesi estivi, nelle ore più fresche del giorno e, comunque, quando si nota il terreno asciutto.

potatura


Si consiglia di potare la pianta a fine fioritura, tagliando alla base i fusti che hanno fiorito, in modo da ottenere una maggiore quantità di fiori nell'estate successiva.

segnalazioni


malattie


Viene spesso colpita dagli attacchi di afidi e di cocciniglia. A inizio primavera è bene praticare interventi con antifungini e insetticidi..

temperatura


Le piante devono essere posizionate al riparo dai venti invernali e, eventualmente, protette con tessuto-non-tessuto durante i periodi molto freddi o ricoverate in casa o in serra fredda.

substrato


Il terreno deve essere sciolto, ben drenato, sabbioso e leggermente acido.

propagazione


In primavera e in estate si possono prelevare talee semilegnose, da far radicare in un miscuglio di torba e sabbia; le nuove piantine vanno poste a dimora la primavera successiva.

clima


Mite, mediterraneo.

durata


Annuale, fruticosa o suffruticosa.

origine


Pianta di origine africana.
gelso bianco
morus alba
Inula viscosa
Inula viscosa (L.) Aiton
gelsomino
Trachelospermum jasminoides
Plumbago
Plumbago
Catalpa
Catalpa
forsizia
Forsythia viridissima
camelia
Camellia
menta
Menta piperita