Rosaceae

Rosa hybrida

Rosa hybrida Hort.

Rosa hybrida

Rosa hybrida Hort.

Le più importanti cultivar di rosa sono state ricavate dall'ibridazione dei gruppi "floribunda" e "ibridi di tea".

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera-estate

cespugliosa

Il clima che si addice alla Rosa è compreso in temperature che vanno da 10 a 20 °C, pur sopportando valori più bassi e più alti di questi.

Perenne.

media

L'origine della Rosa si perde nei tempi, da testimonianze fossili è stato accertato che era presente, in Europa, Asia e America, molti milioni di anni fa e che, nel corso della loro evoluzione, hanno dato corso a più di duecento specie reperibili oggi nelle regioni temperate e subtropicali dell'emisfero boreale.

esposizione


La condizione ideale per un roseto comprende posizione aperta, in sole pieno o molto soleggiata, ma comunque tollera anche posizione di ombra o di mezz'ombra.

fioritura


Pianta rifiorente, per tutta l'estate, da giugno a ottobre.

storia


L'origine della Rosa si perde nei tempi, essa era presente in Europa, Asia e America, milioni di anni fa con svariate specie che, nel percorso evolutivo, hanno dato origine a più di 200 specie oggi presenti nelle regioni temperate e subtropicali dell'emisfero boreale, come testimoniato da reperti fossili ritrovati dagli studiosi.

concimazione


A fine inverno spargere uno strato di concime organico o di letame maturo e, interrarlo in profondità nel terreno, con una vangatura.

irrigazione


Se il terriccio è sciolto, sabbioso, leggero o calcareo, le annaffiature devono essere fatte per scorrimento o direttamente alla base di ogni pianta. Le piante in vaso devono ricevere regolarmente, una quantità d'acqua, indispensabile a tenere il substrato umido, ma non zuppo, con l'accortezza che non si formi ristagno idrico. Si raccomanda di non bagnare mai le foglie, perché ne risentirebbero i fiori, e si creerebbe anche una via per i parassiti.

potatura


Anche per questa operazione, vale la pena di ricorrere al giardiniere, per non correre il rischio di fare danni.

segnalazioni


malattie


Le rose sono insidiate dagli insetti (afidi, bruchi, maggiolini, ragnetti rossi, ecc.), da malattie crittogamiche (oidio, ruggine, peronospora, ecc.) e da malattie dell'apparato radicale.

temperatura


Le temperature ottimali rientrano in una gamma che va da 10 a 20 °C, sono tollerate però temperature da 6 a 30 °C circa, per brevi periodi.

substrato


Richiede terreno profondo, sostanzioso, mediamente compatto, anche sciolto e sabbioso, con PH leggermente acido; è importante che sia molto ben drenato.

propagazione


La propagazione molto usata dagli ibridatori è per semina, ma è un lavoro difficile e lungo per il neofita, perciò è preferibile ricorrere all'innesto, alla talea o alla margotta, facendo riferimento a quanto consigliato nei libri del settore o, chiedendo l'intervento di un giardiniere.

clima


Il clima che si addice alla Rosa è compreso in temperature che vanno da 10 a 20 °C, pur sopportando valori più bassi e più alti di questi.

durata


Perenne.

origine


L'origine della Rosa si perde nei tempi, da testimonianze fossili è stato accertato che era presente, in Europa, Asia e America, molti milioni di anni fa e che, nel corso della loro evoluzione, hanno dato corso a più di duecento specie reperibili oggi nelle regioni temperate e subtropicali dell'emisfero boreale.
rosa
Rosa
rosa canina
rosa canina
calla
Zantedeschia
Ananas comosus
Ananas comosus variegatus