Rutaceae

limone

Citrus acida

limone

Citrus acida

Pianta vigorosa sempreverde con fogliame di color verde intenso, da esterno, ma coltivabile anche in vaso. I frutti sono di media pezzatura. E' caratterizzato da foglie ovali, fiori bianchi profumati, frutti gialli molto succosi e profumati con buccia rugosa ricca di oli essenziali

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera

eretta

Temperato

Perenne

grande

Sud-est asiatico

esposizione


Esporre in luoghi luminosi. Il limone si coltiva in pieno sole. La produzione di fiori (e, conseguentemente, di frutti) è direttamente proporzionale alla quantità di sole diretto che ricevono; sotto un certo limite la produzione quasi si annulla

fioritura


Può rifiorire in qualsiasi periodo dell'anno con fiori molto profumati. Per stimolare la fioritura il limone deve avere un periodo di basse temperature (circa 10°C) per circa 1 mese. Per questo motivo è bene non riporre con eccessivo anticipo la pianta

medicina


Il succo del frutto è ricco di acido ascorbico (Vitamina C) e acido citrico ed è usato come astringente, antiscorbutico e dissetante

concimazione


Non è richiesto alcun concime particolare. Fornire ogni tanto un concime liquido specifico per agrumi

irrigazione


Le annaffiature devono essere tali che tra l'una e l'altra il terreno arrivi ad asciugarsi in superficie. In inverno un po' più rare. La siccità eccessiva è dannosa alla produzione dei frutti e può provocarne la cascola

potatura


Si effettua in estate, per cui non potare prima di metà luglio. Con la potatura si deve dare la forma alla pianta e rinnovare i nuovi rami che dovrebbero avere un portamento abbastanza allargato e senza intrichi, in maniera da favorire, oltre ad una facile raccolta dei frutti, la libera circolazione dell'aria tra le foglie e l'insolazione regolare di tutti i rami

malattie


Non si segnalano particolari malattie o parassiti

particolarità


E' possibile coltivarla su spalliera o libera. Evitare ristagni d'acqua. Non necessitano di cure particolari

temperatura


Non sopporta il freddo eccessivo. E' consigliabile ripararlo in serra, anche fredda, durante il periodo invernale, ed attendere che la primavera sia ben sopraggiunta prima di portarlo all'esterno. Il ricovero invernale deve preservarlo dalle temperature sotto 5°C. Evitare bruschi shock termici

segnalazioni


rinvaso


A seconda del tipo di coltivazione, piuttosto raramente. Quando la pianta è troppo grossa e non è più possibile procedere alla sostituzione del vaso, si deve fare una rinterratura, ossia va sostituita della terra.

substrato


Universale; piuttosto compatto con prevalenza di terra

propagazione


Per seme che germina abbastanza rapidamente. La semina si effettua in marzo in piccoli vasi con terreno di torba e 1/3 di sabbia, tenendoli un paio di cm. sotto la superficie. Condizioni di ambiente moderatamente caldo ed in luce. Mantenere il terreno sempre un po' umido, ma non troppo bagnato. Annaffiare quotidianamente utilizzando uno spruzzatore per non smuovere il terreno e non disturbare il seme. Dopo la germinazione metterli in ambiente luminoso, protetto dal gelo, ma abbastanza fresco. In giugno si dovrebbero avere già delle piantine "visibili" che, per i primi mesi, dovranno essere tenute al riparo dal sole diretto. Posizionare ognuna in un vaso con terriccio leggero, fertile e ricco di sostanza organica, avendo, però, cura di non danneggiare il pane di terra che avvolge le radichette

clima


Temperato

durata


Perenne

origine


Sud-est asiatico
menta
Menta piperita
Spatiphyllum
Spathiphyllum
ciclamino
Cyclamen persicum
rosmarino
Rosmarinus officinalis
salvia
Salvia officinalis
ficus benjamina
Ficus benjamina
Basilico
Ocimum basilicum
rosa
Rosa
alloro
laurus nobilis
Acacia caven (sin: Acacia karroo, Acacia orrida).
Sofora Acacia caven