Cactaceae

Machaerocereus eruca

Machaerocereus eruca

Machaerocereus eruca

Machaerocereus eruca

Succulenta delle Cactaceae, con fusti prostrati e punta ascendente, si estendono per qualche metro radicando nei punti dove strisciano. Spesso queste piante si irraggiano con nuovi fusti, la parte vecchia muore e, i nuovi fusti ne generano altri, ramificando fino a occupare vasti territori. Sono fornite di circa 12-14 costolature, con grandi areole distanziate di 2 cm, fornite di circa 20 spine disuguali, di colore bianco o grigio-chiaro, quelle esterne corte e subulate, più corte e piatte quelle interne, infine una spina lunga 3-4 cm centrale, più larga delle altre e simile a un pugnale. Produce dei frutti scarlatti che, a maturità, perdono le spine.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: estate

cactacea

Mite.

Perenne.

media

Bassa California, nell'isola Magdalena.

esposizione


In pieno sole.

fioritura


I fiori tubolari sono lunghi una decina di cm, con la parte inferiore feltrosa e forniti di spine; i segmenti del perianzio sono di color crema o crema con base rosea.

storia


Il nome deriva dal greco mάcaira = daga, unita a cereus (per la spina più lunga simile a un pugnale), mentre l'attributo proviene dal latino eruca = bruco (per l'andamento strisciante del fusto).

substrato


Terriccio sabbiosissimo.

propagazione


La propagazione avviene per talea, ma è coltivata pochissimo perchè deve essere adagiata semiprostrata lasciando che strisci e, questa operazione, non è facile in coltura.

segnalazioni


clima


Mite.

durata


Perenne.

origine


Bassa California, nell'isola Magdalena.