Liliaceae

Sansevieria o Sanseveria

Sansevieria trifasciata

Sansevieria o Sanseveria

Sansevieria trifasciata

Pianta erbacea perenne, molto diffusa come ornamentale per appartamenti, sia per la facilità di coltivazione, che per il suo valore decorativo; presenta foglie dritte, lanceolate, carnose e robuste, di colore verde con screziature più chiare e biancastre (con bordo giallo nella Sansevieria trifasciata var. Laurentii), che nascono da un fusto sotterraneo simile a una radice, ma con apice vegetativo. Le foglie sono molto importanti e sensibili, tanto che se per qualche motivo una foglia si danneggia, smette di crescere.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

luce intensa

fiorita: estate-autunno

erbacea

Mite, mediterraneo.

Perenne.

media

Originaria dell'Africa occidentale.

esposizione


Predilige luce diffusa e aria, non esporre mai ai raggi diretti del sole.

fioritura


Nella coltivazione in vaso fiorisce molto raramente, mentre in piena terra i piccoli fiori sbocciano a fine estate e producono delle brattee molto decorative.

storia


Il nome del genere ci ricorda Raimondo di Sangro, principe di San Severo (Napoli) 1710-1771, cultore di piante esotiche.

concimazione


Somministrare almeno una volta, durante la stagione vegetativa, un fertilizzante liquido per succulente, miscelato all'acqua irrigua.

irrigazione


Annaffiare regolarmente facendo attenzione che il terriccio sia bene asciutto tra un intervento e l'altro, ridurre sensibilmente gli interventi, durante i periodi più freddi, o sospenderli completamente. Non usare mai dei lucidanti fogliari per pulire le foglie ma impiegare un panno umido, avendo cura di sorreggere le foglie, per evitare che si spezzino.

potatura


Limitata a eliminare le parti danneggiate; questa operazione bisogna effettuarla con lama bene affilata, disinfettata (possibilmente alla fiamma) e ricoprendo il taglio con una polvere a base di zolfo, per evitare gli eventuali attacchi fungini.

segnalazioni


malattie


Questa pianta può subire attacchi di parassiti, di funghi e, soprattutto di cocciniglia. Intervenire con i prodotti che si trovano nei negozi specializzati, del settore, seguendo i consigli forniti dal produttore.

temperatura


Resiste bene a temperature minime di 3 °C e massime di 30 °C; d'inverno la temperatura ideale va dai 13 ai 18 °C.

rinvaso


Il rinvaso si effettua generalmente quando la pianta cresce a dismisura e non si desidera dividerla, in questo caso bisogna eliminare il primo strato di terriccio (5 cm) dal vaso ospite, sostituendolo con nuovo substrato.

substrato


Il substrato deve essere composto di terricciato sabbioso o di terra di bosco, moderatamente calcareo e molto ben drenato.

propagazione


La moltiplicazione avviene per divisione dei cespi a inizio della primavera, estraendo delicatamente la pianta dal vaso, dividendo i cespi e piantandoli in vasi diversi. Occorre tenere presente che se si moltiplica per talea una Sansevieria variegata il risultato sarà quello di ottenere una pianta completamente verde, senza bande gialle (per effetto del fenomeno "chimera periclinale").

clima


Mite, mediterraneo.

durata


Perenne.

origine


Originaria dell'Africa occidentale.
sanseveria
Sansevieria trifasciata
Spatiphyllum
Spathiphyllum
edera
Hedera helix
schefflera
Schefflera arboricola
Crassula perforata
Crassula perforata
senecio
Senecio cruentus o cineraria cruenta
Solanum capsicastrum
Solanum capsicastrum
ficus benjamina
Ficus benjamina
senecio rowleyanus
senecio rowleyanus
solanum
Solanum