Compositae

Cardo degli orti

Cynara cardunculus var. altilis

Cardo degli orti

Cynara cardunculus var. altilis

Pianta conosciuta comunemente con i nomi di Cardo degli orti, carduccio, caglio e carciofo selvatico. E' ritenuta capostipite del carciofo e del cardo da cui si distingue per l'altezza inferiore, intorno ai 50 cm. Presenta foglie prodondamente incise, pennate o bipennate, con lobi e denti terminanti in una spina gialla.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: estate

erbacea

Mite.

Perenne.

piccola

E' spontanea nelle zone aride della maremma toscana e di tutta l'Italia centro-meridionale.

esposizione


L'esposizione ideale è a pieno sole, resiste bene ai venti e alla salsedine, può quindi essere coltivata lungo i litorali.

fioritura


I capolini misurano circa 5 cm di diametro, fiorisce in giugno-luglio e presenta fiori color porpora.

concimazione


Concimazione abbondante con letame ben decomposto.

irrigazione


Irrigare con parsimonia, avendo presente che la pianta soffre per eccesso di umidità, oltre al fatto che i cardi amano una certa siccità.

temperatura


Teme il gelo e il freddo.

substrato


Terriccio fertile, molto profondo, abbondantemente concimato, con letame ben decomposto.

propagazione


La propagazione avviene per via vegetativa, staccando i germogli dalla pianta madre con un taglio netto, mettendoli a radicare in cassone e, trasferendoli in autunno, in buchette scavate nel terreno.

clima


Mite.

durata


Perenne.

segnalazioni


origine


E' spontanea nelle zone aride della maremma toscana e di tutta l'Italia centro-meridionale.
pratolina
Bellis perennis
Cumino romano
Nigella sativa
crassula
Crassula
Cardo di Casabona (sin. Cirsium casabonae)
Ptilostemon casabonae (L.) Greuter
ginepro
Juniperus communis
mangiafumo
Beaucarnea
Manettia
Manettia
godezia
Godezia
Nemesia
Nemesia
gonfrena
Gomphrena globosa