Cactaceae

Nyctocereus serpentinus

Nyctocereus serpentinus (sin. Peniocereus serpentinus e Hirschtianus serpentinus)

Nyctocereus serpentinus

Nyctocereus serpentinus (sin. Peniocereus serpentinus e Hirschtianus serpentinus)

I fusti cilindrici, lunghi, con 2-5 cm di diametro, striscianti e rampicanti, di colore verde scuro, sono provvisti di numerose costolature, con areole fitte e lanose, munite di una dozzina di spine sottili che variano dal bianco al bruno.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: estate

cactacea

Mite, temperato.

Perenne.

grande

Originaria del Messico e dell'America Centrale.

esposizione


Molto luminosa evitando i raggi diretti del sole.

fioritura


I fiori, grandi, imbutiformi, molto profumati, sono notturni e di colore bianco, rosa o rosso e sbocciano durante l'estate, all'apice dei fusti. Dopo i fiori le piante producono piccoli frutti ovali, eduli, che divengono rossi a maturazione.

storia


Il nome del genere deriva dal greco nyctòs = di notte, come riferimento ai fiori che sbocciano di notte.

concimazione


Somministrare un fertilizzante liquido, per cactacee, misto all'acqua irrigua, durante la stagione vegetativa.

irrigazione


Annaffiare con parsimonia durante l'estate, tenere asciutto d'inverno e leggermente umido negli altri periodi.

malattie


Può essere attaccata da cocciniglia e da acari, necessita perciò di un trattamento preventivo, in primavera quando in giardino non siano presenti fioriture.

segnalazioni


temperatura


La temperatura minima invernale sopportata è di 10 °C.

substrato


Terriccio normale per cactacee, mischiato a lapillo e a sabbia di fiume, fornito di ottimo drenaggio.

propagazione


Si propaga per seme o per talea di fusto. La moltiplicazione per seme è molto lunga e, generalmente si preferisce ricorrere a quella per talea, che è più celere.

clima


Mite, temperato.

durata


Perenne.

origine


Originaria del Messico e dell'America Centrale.
Graptopetalum filiferum
Graptopetalum filiferum