Brassicaceae Burnett (= Cruciferae A.L. de Jussieu)

Rucola selvatica

Diplotaxis tenuifolia (Sinonimi: Eruca perennis, Sisymbrium tenuifolium)

Rucola selvatica

Diplotaxis tenuifolia (Sinonimi: Eruca perennis, Sisymbrium tenuifolium)

La rucola selvatica, è una pianta erbacea perenne, a portamento eretto, fusti lisci, legnosi alla base, molto ramificati e con radici di colore biancastro. Le foglie sono più strette e con lobi meno pronunciati rispetto a quelle della rucola coltivata. cresce allo stato spontaneo dal livello del mare fino a 1000 m di altitudine negli incolti, ai bordi delle strade, in prossimità di fossi e di zone ruderali; nel nostro Paese è diffusa su tutto il territorio.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: estate-autunno

erbacea

Mite.

Perenne.

piccola

Originaria dell'Europa centrale, meridionale e mediterranea.

esposizione


Le esposizioni migliori sono gli ambienti soleggiati, però si sviluppa bene anche in zone parzialmente ombreggiate, in entrambi i casi necessita di un riparo dai forti venti.

fioritura


I fiori, ermafroditi, piccoli, con quattro petali gialli, sono raggruppati in infiorescenze localizzate alla sommità degli steli; la fioritura avviene durante l'estate e l'autunno.

medicina


La rucola selvatica possiede le stesse proprietà della rucola coltivata: attenua i disturbi gastrointestinali in quanto favorisce la digestione, stimola e tonifica il sistema circolatorio, svolge un'azione emolliente sulle mucose interne, è un sedativo della tosse, depura il sangue dalle tossine, è un ottimo diuretico ed astringente, viene utilizzata contro pruriti e ustioni, stimola la crescita dei capelli, viene considerato un afrodisiaco e contiene molta vitamina C.

concimazione


La concimazione generalmente si esegue soltanto durante la preparazione del letto di semina somministrando del letame maturo.

irrigazione


Durante l'estate è importante eseguire irrigazioni, lasciando asciugare il terreno tra un intervento e l'altro

potatura


E' conveniente cimare le piante per non farle fiorire, così si potranno apprezzare le foglioline, tenere e molto più gustose.

segnalazioni


malattie


E' poco soggetta agli attacchi dei parassiti, tra i funghi si ricordano i marciumi radicali, che si instaurano in condizioni di ristagni idrici, mentre gli insetti più pericolosi sono i coleotteri.

temperatura


La rucola selvatica preferisce i climi temperati e risulta sensibile ai valori termici inferiori allo zero, infatti in aree caratterizzate da inverni rigidi non viene coltivata durante tutto l'arco dell'anno. Col sopraggiungere dell'estate le temperature si innalzano e la pianta tende a fiorire.

substrato


In fatto di terreno la rucola è una specie adattabile, però predilige i terreni sabbiosi, poveri e calcarei, mentre rifugge i terreni compatti in quanto risultano soggetti ai ristagni idrici.

propagazione


Si moltiplica con grande facilità da seme, anche spontaneamente.

clima


Mite.

durata


Perenne.

origine


Originaria dell'Europa centrale, meridionale e mediterranea.
cipolla
allium cepa
camomilla
Camomilla
zenzero
zingiber officinale
salvia
Salvia officinalis
nocciolo
Corylus avellana
Cicoria
Cichorium intybus
Melissa
Melissa officinalis
Castagno
Castanea sativa
bardana
Arctium lappa
melo da fiore
Malus baccata